Papa Francesco e le apparizioni: bisogna guardare dove Maria indica, non il dito

"La Madonna vuole portare Gesù dappertutto. Sempre il suo dito è verso Gesù: Maria non dice mai di aver lei la soluzione. Le apparizioni possono essere una maniera un po' speciale, in circostanze particolari, quando l'umanità ha bisogno, farsi vedere da Maria, con un dito che indica: 'Fate quel che Lui vi dirà'. Ma la fede è radicata nel Vangelo, non nelle apparizioni"

Pubblicità
{channelLogo}

Ci sono delle esagerazioni sulle apparizioni, la Chiesa è sempre molto prudente. Non mette mai la fede radicata sulle apparizioni. La fede è radicata sul Vangelo, sulla rivelazione, sulla tradizione della rivelazione”. Lo afferma Papa Francesco, nella nona puntata del programma ‘Ave Maria’ dedicata al Magnificat, condotto da don Marco Pozza, teologo e cappellano del carcere di Padova, in onda su Tv2000 martedì 11 dicembre alle ore 21.05. “Il problema delle apparizioni – aggiunge il Papa - è quando ci sono dei veggenti o quelli che trasmettono le apparizioni e dicono: ‘Maria è così’ . Maria indica Gesù ma se rimani a guardare il dito di Maria e non Gesù non agisci secondo il cuore di Maria. Vuol dire che qualcosa in quell’ apparizione non va”. “Maria – prosegue Papa Francesco – non fa mai la protagonista. E quando nei santuari o nelle apparizioni tu vedi una pastorale di Maria protagonista che non segnala il Figlio, non ha un buon odore. Maria non ha mai fatto la protagonista”.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo