Gerusalemme capitale d'Israele, il mondo in fiamme

Da Città del Messico a Berlino, dalla Somalia ad Ankara in Turchia, dalla Giordania allo Yemen, la decisione di Donald Trump nei riguardi della Città Santa ha scatenato accese proteste e manifestazioni contro gli Stati Uniti. Nei Territori palestinesi la rabbia è esplosa in rivolte violente (foto Reuters).

Pubblicità
{channelLogo}

Donald Trump ha dichiarato di aver mantenuto le promesse fatte agli elettori in campagna elettorale. Ma il suo annuncio su Gerusalemme ha messo in subbuglio il Medio Oriente e il resto del mondo. Negli scontri fra manifestanti e polizia israeliana a Gaza sono morti quattro palestinesi. Secondo i dati delle Mezzaluna Rossa in Cisgiordania oltre 750 persone sono rimaste ferite nelle proteste. A Gerusalemme est la polizia ha usato anche agenti a cavallo per disperdere i manifestanti. Gli ambasciatori Onu di cinque Paesi europei - Italia, Francia, Gran Bretagna, Svezia e Germania - hanno letto una dichirazione congiunta affermando di essere in "disaccordo" con la decisione degli Usa. Il presidente palestinese Abu Mazen non incontrerà il vicepresidente Mike Pence durante il suo viaggio in Medio Oriente. Nelle foto Reuters, le immagini delle manifestazioni in vari Paesi e nei Territori palestinesi.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo