La polizia di Israele: "Combattiamo contro lupi solitari"

Pubblicità

(video a cura di F. Scaglione)


Intervista a Micky Rosenfeld, Ispettore capo e portavoce della polizia di Israele:  

"La polizia nazionale israeliana continua ad alzare il livello di sicurezza sia a Gerusalemme sia nelle aree circostanti. Il nostro maggior problema, oggi, è che questi attacchi terroristici vengono sferrati da quelli che chiamiamo "lupi solitari": non ci sono capi, nessun coordinamento o strategia particolare. Si tratta di persone che si alzano un mattino e, invece di andare a lavorare, decidono di colpire qualcuno. Abbiamo messo al lavoro 3.500 poliziotti e 1.200 guardie di frontiera. Dopo il mercoledì nero in cui sono stati uccisi tre israeliani, il Governo ha approvato nuove misure, tra cui il dispiegamento di 300 soldati dell'esercito, che comunque operano sotto il comando della polizia nazionale".



Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo