Don Antonio risponde
Don Antonio Rizzolo

Giustizia per le strade, non abbiamo bisogno di eroi solitari candidati al martirio

Pubblicità

Caro padre, non c’ è dubbio che don Antonio Coluccia sia un prete a 360 gradi, ammirevole ed encomiabile. Ma il vero problema è un altro. Dov’ è e cosa fa lo Stato? L’ Italia è piena di posti come San Basilio e anche peggiori, autentiche zone franche dove le uniche leggi sono quelle della criminalità e della violenza. Paghiamo fior di quattrini per tenere in piedi il carrozzone di poliziotti, carabinieri, finanzieri, magistrati, tribunali. Non è di eroi solitari candidati al martirio che abbiamo bisogno, ma di uno Stato autorevole che imponga con ogni mezzo la forza della Legge e del Diritto, e pazienza se c’ è da calcare un po’ la mano. Però manca la volontà politica di farlo, si preferisce che le cose vadano in un certo modo, mandando allo sbaraglio persone coraggiose e di buona volontà, destinate a finire nel dimenticatoio o, Dio non voglia, a fare una brutta fine.

SALVATORE RUSSO

Come avevo scritto nella mia risposta alla lettera di una mamma di San Basilio, pubblicata sul n. 40, ci si chiede perché le forze dell’ ordine non siano in grado di intervenire. Una delle spiegazioni è che, se anche facessero piazza pulita in quel quartiere, gli spacciatori si sposterebbero in un altro. Tuttavia, non ci si può arrendere alla criminalità, bisogna dar voce al grido delle mamme, dei tanti cittadini onesti che desiderano solo una vita dignitosa. È quello che fa don Coluccia portando la ‡ducia e la speranza che vengono dalla preghiera. È importante che le forze dell’ ordine e i magistrati facciano la loro parte, ma “calcare la mano” non è mai stata una vera soluzione ai problemi. C’ è bisogno anche di una cultura e di una mentalità diversa, di opportunità di lavoro. E anche di testimoni della forza del bene. Lo stesso don Coluccia, oltre alla preghiera, porta avanti l’ Opera Don Giustino, una casa di accoglienza per poveri e diseredati.



Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo