E un algoritmo ci aiuta nel caos dei mercati finanziari

Pubblicità

Di solito quando decidiamo d'investire i risparmi su prodotti più complessi, in modo che siano più redditizi dei tradizionali buoni postali o dei titoli di Stato, per non sbagliare ci rivolgiamo a un consulente finanziario di fiducia che basandosi sulle proprie previsioni e su quelle di una rete di analisti, ci propone alcuni titoli su cui investire. Oggi, oltre alla tradizionale rete di consulenza offerta dalle banche e dalle società specializzate, abbiamo a disposizione anche numerosi servizi online resi possibili dalle moderne tecnologie digitali,  che permettono di ricevere previsioni accurate e sempre aggiornate dei mercati finanziari. Il motivo per cui questa seconda opzione può risultare meno rischiosa e più precisa è la possibilità di scegliere servizi basati su algoritmi avanzati, che utilizzano le frontiere sinora raggiunte dall'intelligenza artificiale, per fornire informazioni più affidabili sul futuro andamento dei titoli azionari, perché non influenzate da quella parte di mercato che non è prevedibile.

I Know First, per esempio, è una società che fornisce previsioni di investimento dei mercati finanziari basandosi su un algoritmo di auto-conoscenza avanzato, che funziona in auto-apprendimento, grazie a elementi di reti neurali artificiali e algoritmi genetici. Con più di 35 anni di ricerca sull’ intelligenza artificiale, sulla creazione di modelli informatici e sull’ auto-apprendimento, Lipa Roitman, cofondatore e direttore della divisione ricerca e sviluppo di questa società, ha sviluppato l’ algoritmo usato per prevedere gli eventi caotici nei mercati finanziari. Una delle caratteristiche principali di questo algoritmo è la capacità  di modificare autonomamente il proprio codice, al fine di auto apprendere dalle previsioni fatte in passato e risultando perciò maggiormente accurato con il passare del tempo, adattandosi costantemente e velocemente alle risposte di variazione di prezzo e volume del mercato azionario. Per fare alcuni esempi di come l’ algoritmo sia anche in grado di prevedere le bolle finanziarie, nel corso del Flash Crash del titolo Apple nel 2011, il sistema fu in grado di anticipare l’ evento a distanza di qualche giorno. E lo scorso gennaio l’ algoritmo fece previsioni fortemente ribassiste per il mercato azionario cinese, che proprio di recente ha fatto esplodere un’ altra bolla finanziaria.

L’ algoritmo utilizzato dall'azienda I Know First genera ogni giorno una sorta di "mappa di calore" che prevede ciò che potrebbe accadere nei prossimi 3, 7, 14 giorni - 1 mese, 3 mesi e 1 anno), dove sono collocate le previsioni in base al pacchetto di investimento che si vuole ricevere: azioni, materie prime, tassi di interesse, valute e indici globali. A oggi l’ algoritmo monitora e sviluppa previsioni sull’ andamento di oltre 2.000 titoli finanziari. Per rendersi conto della sua affidabilità, sul sito internet della società, si possono trovare le previsioni che vengono pubblicate di volta in volta e i relativi ritorni percentuali che si sarebbero ottenuti investendo nei dieci migliori titoli, comprando o vendendo allo scoperto a seconda delle informazioni fornite.



Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo