Vite (da film) nelle baraccopoli

Dura fino il 9 settembre la terza edizione dello Slum Film Festival di Nairobi: un punto di vista inedito, intimo e "privilegiato" sui sobborghi più degradati della capitale keniana


Pubblicità

La vita nelle baraccopoli raccontata dalle immagini, attraverso le storie, ascoltando le voci di chi nelle baraccopoli è nato e cresciuto. Ma non solo. La terza edizione dello Slum Film Festival di Nairobi è anche un'occasione per dimostrare come l'arte, in qualunque forma sia declinata, può diventare strumento di cambiamento sociale positivo. Un evento cinematografico con pellicole sullo slum della capitale keniana realizzato attraverso il talento e la creatività di gruppi di persone che vivono in quelle stesse strade in cui la maggior parte dei film sono ambientati. 

Inoltre è anche un'occasione per coinvolgere la comunità dei sobborghi di Nairobi in una visione che normalmente è negata perché l'accesso al cinema è un privilegio per pochi fortunati. Tra i partner che hanno sostenuto il progetto, Amici del mondo world friends onlus, un'organizzaione internazionale per la cooperazione allo sviluppo che realizza interventi in diversi Paesi dell'Africa, lavorando in stretta collaborazione con le realtà locali al fine di promuovere l'autonomia delle comunità in cui opera.  

Immagine articolo
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo