Immagine pezzo principale

Un augurio al papa dal popolo di chi soffre

Tra i fedeli che hanno scritto al Pontefice, tanti malati e disabili, che pregano per lui e chiedono un'intercessione per una guarigione difficile. Per tutti una grande devozione, semplicità e discrezione.


Pubblicità

Disabili, malati, alle prese con gli acciacchi dell’ età: i lettori di Famiglia Cristiana malgrado debbano affrontare anche pesanti difficoltà fisiche non mancano di avere un pensiero di affetto e di preghiera per il papa, in occasione del suo compleanno.  Tra le migliaia di cartoline giunte in redazione ce ne sono molte in cui i fedeli  raccontano i loro drammi. Ma lo fanno con discrezione, con pudore, mettendo sempre in primo piano nelle loro parole vergate con una calligrafia ordinata  un pensiero per il Santo Padre. A cui chiedono una preghiera speciale, che li aiuti ad affrontare situazioni anche molto gravi. Isabella chiede una benedizione: è da poco rimasta vedova dopo 53 anni di matrimonio e ora vive con la sorella che soffre di depressione.

Angela è molto malata e non è assistita da nessun
o, ma accoglie con piacere l’ invito del Pontefice a pregare per lui preparandosi con serenità a incontrare Gesù Salvatore. Valtrude dice che ha un figlio adulto con problemi psichiatrici, ma ha trovato grande conforto nelle parole del papa, “permesso, scusa e grazie”.  I coniugi Ausonia e Bernardo vorrebbero tanto andare in Vaticano, ma sono disabili e non possono sostenere il viaggio, così come Laura, che non può stare a lungo in piedi. C’ è anche una cartolina scritta al computer: l’ autore, Raffaele, è un ragazzo spastico e affida alla tastiera che definisce “la sua penna” le sue parole di augurio. 

Malgrado le difficoltà molti lettori racconto della loro felicità. Scrive Maria rosa: «Sono mamma di un ragazzo disabile che mi dà tanta gioia». Si fa molto affidamento sull’ intercessione di papa Francesco: per un bimbo gravemente malato di 4 anni, per un ragazzo schizofrenico con crisi violente. C’ è anche un ragazzo down  che si fa sentire attraverso le parole di una nonna novantunenne. Una semplice cartolina di auguri ha dato la possibilità a tante perone di raccontarsi con semplicità e discrezione, all’ insegna  di una fede e un affetto sinceri.

Immagine articolo
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo