Immagine pezzo principale

«Sono separato e convivo. Posso fare la comunione?»


Pubblicità

ANTONIO - Sono separato e convivo. Mi piacerebbe fare la Comunione la domenica quando vado a Messa. Posso?

La Comunione significa fare unione con la persona che si ama. Lei vuole incontrare Gesù, ma nell’ incontro mette Gesù in imbarazzo, perché a parole gli dice: «Ti amo», ma a fatti si comporta in modo da dispiacergli perché vive il suo matrimonio in modo diverso da quello che Gesù propone. È come se alla donna che oggi ama dicesse: «Ti voglio bene, sono contento di vivere con te, ma nella vita faccio quello che voglio, anche quello che a te dispiace e ti offende». Dio è misericordioso, ma la misericordia di Dio non consiste nel chiudere gli occhi di fronte alla realtà, ma invitare la sua creatura ad aprirli e aiutarla a togliere da sé il male che offende Dio non perché contravviene a una legge, ma perché fa male a sé stesso. Esistono situazioni particolari in cui persone come lei pensano di essere nelle condizioni giuste per questo incontro. In questo caso non resta che confrontarsi con un sacerdote con il quale esaminare la sua convinzione.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo