Immagine pezzo principale

Senato: tre italiani su quattro stanno con Renzi

Sondaggio Demopolis. Il 76 per cento degli intervistati vuole abolire la Seconda Camera. Ma la priorità, dicono i soggetti del campione, va data alla riforma del fisco


Pubblicità

Tre italiani su quattro sul Senato la pensano come Renzi, che oggi presenterà la riforma che prevede l'abolizione della Seconda Camera, con la sua trasformazione in una sorta di guscio istituzionale che non va più in là dell'elezione del presidente della Repubblica, la partecipazione del processo di riforme costituzionali e qualche altra attività rappresentativa. Secondo un sondaggio Demopolis infatti il 76 per cento del campione condivide il superamento del bicameralismo perfetto. Solo il nove per cento è contrario, mentre il 15 per cento dichiara di essere indeciso. Il campione di italiani si dichiara ottimista sull'abolizione entro 18 mesi del Senato, mentre il 53 non nutra molta fiducia nei tempi esposti da Renzi.

Senato, non lo vuole il 76% degli italiani

Ma non è certo l'abolizione del Senato la riforma che sta più a cuore agli italiani. Quello che preme agli intervistati è la riforma del fisco (la vogliono il 68 per cento degli italiani) seguita da quella della Pubblica amministrazione e del mercato del lavoro. Le riforme istituzionali sono solo al quarto posto. Di esse, quel che conta è ridurre i costi ipertrofici della politica, o della casta, i due termini ormai sono quasi sinonimi. 

Senato, non lo vuole il 76% degli italiani

Nota informativa - L’ indagine è stata condotta il 27 e il 28 marzo 2014 dall’ Istituto Demopolis, per il programma Otto e Mezzo, su un campione di 1.000 intervistati, rappresentativo dell’ universo della popolazione italiana maggiorenne. Direzione a cura di Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone. Supervisione della rilevazione con metodologia cati-cawi di Marco E. Tabacchi. Metodologia ed approfondimenti su: www.demopolis.it

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo