Immagine pezzo principale

Scuola media, al via le prove Invalsi

Il test coinvolge da qui al 21 aprile 574.600 studenti di terza media. Ecco che cosa cambia rispetto agli anni scorsi.


Pubblicità

Si comincia oggi, 4 aprile, si finisce il 21 aprile. Da quest’ anno le prove Invalsi (Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e formazione) non fanno parte dell’ esame di terza media, ma l’ averle svolte è requisito necessario per l’ ammissione: l’ esito del test Invalsi non incide però sul voto finale.

Lo svincolo dall’ esame serve a scollegare il risultato delle prove da quello della valutazione d’ esame: il senso dell’ Invalsi è, infatti, non quello di valutare l’ alunno quanto quello di certificare il livello di preparazione degli studenti in questo caso di terza media (alfabetizzazione, matematica, lingue straniere) a livello nazionale sulla base di uno standard oggettivo e confrontabile con i parametri internazionali (pisa-ocse). Si tratta di individuare punti di criticità e punti di forza del sistema istruzione più che i risultati dei singoli alunni o delle singole scuole.

I test sono nazionali e per la prima volta non sono uguali per tutti gli studenti, ma si compongono di 37-38 domande estratte a sorte da un repertorio più ampio, omogeneo per struttura e livello di difficoltà, perché la decisione di svolgere le prove online al computer - a proposito di italiano, perché, spett. Ministero, chiamare la prova “computer based” e non “al computer”? - comporta l’ impossibilità di programmare i test in contemporanea, dato che le scuole, stando ai calcoli Invalsi, hanno in media 2,5 Pc per studente, cosa che impone una programmazione a rotazione.

Il tempo di svolgimento del test è di 90 minuti, 15 in più che in passato, per la prima volta è prevista una prova di inglese che prevede comprensione dello scritto e ascolto, resta l’ incognita della connessione internet, che, a quanto dicono gli insegnanti, non sarebbe egualmente stabile ed efficace per tutte le scuole, anche se le notizie giunte dalla prima mattina di prove non sembrano registrare eccessivi disagi. 

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo