Immagine pezzo principale

Sabato a Roma la festa di Scuolemigranti

Nel Lazio oltre 10.000 mila immigrati e richiedenti asilo seguono i corsi di italiano di una Rete che riunisce decine di associazioni. Un'occasione non solo per imparare la lingua.


Pubblicità

Un centinaio di sedi, 902 insegnanti volontari, oltre 10.000 studenti. Sono questi i numeri della Rete delle Scuolemigranti, che nel Lazio copre il 50 per cento del fabbisogno di alfabetizzazione per immigrati e richiedenti asilo, coloro cioè che non riescono a trovare posto nelle scuole pubbliche.

Alla Rete di Scuolemigranti, fondata nel 2009, aderiscono associazioni di volontariato, Ong, cooperative, fondazioni; 14 sono di ispirazione religiosa, 7 collegate a partiti e sindacati, la maggioranza è di ispirazione laica. Qualche nome: Acli, Caritas, Centro Astalli, Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia, Casa della Cultura, Forum delle Comunità Straniere, Arci, Centro Islamico Culturale d'Italia, Comunità di Sant'Egidio, Casa dei diritti sociali.

Nei corsi, che offrono ampia varietà di scelta di orari e di livelli di preparazione, non c'è solo l'apprendimento della lingua italiana, ma anche l'educazione civica e gli elementi di cultura italiana, gli scambi umani e culturali, le relazioni, la possibilità di conoscere le città.

Le esperienze sono fra le più varie. Gli studenti dei corsi della Casa dei diritti sociali di Roma partecipano a un laboratorio teatrale che metterà in scena storie di migranti i quali trovano rifugio nella poesia. A Pontinia, nel basso Lazio, gli allievi dei corsi, in maggioranza indiani del Punjab, sono coinvolti anche in una scuola di ballo e in una squadra di cricket. A Tivoli le allieve dei corsi hanno realizzato un libro dove la storia di Cenerentola è raccontata da un gruppo di madri di diversa provenienza. A Roma, alla Casa dei diritti sociali, lo scambio culturale fra gli allevi viene favorito anche da tornei di scacchi.

Questa ricchezza umana, sociale e culturale, sarà al centro di una grande festa organizzata sabato 6 giugno a Roma, alla Città dell'Altra Economia. Sarà un'occasione per ballare, cantare, giocare, confrontare esperienze e tecniche di insegnamento, far incontrare la città con i migranti. Durante la festa i volontari della Rete daranno informazioni su dove trovare corsi di italiano gratuiti per stranieri, anche durante il periodo estivo.

Informazioni sul sito www.scuolemigranti.org.

Immagine articolo
Un corso di lingua italiana per stranieri.
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo