Immagine pezzo principale

Papa Francesco, Angelus per la vita

Nella Giornata dell'Evangelium Vitae, papa Francesco ha esaltato il ruolo della famiglia. Il cristiano "uomo spirituale" ma non con "la testa fra le nuvole".


Pubblicità

Papa Francesco all’ Angelus della Giornata dell’ Evangelium vitae nell’ ambito dell’ Anno della Fede, indica nell’ esempio di Odoardo Focherini, giornalista di Avvenire e membro dell’ Azione Cattolica, padre di sette figli, che salvò numerosi ebrei dalla persecuzioni naziste, arrestato, deportato e ucciso nel campo di concentramento di Hersbruck, e beatificato ieri a Carpi come martire, la testimonianza di cosa è “il Vangelo della vita”.

Poco prima al termine della messa in piazza san Pietro, mons. Rino Fisichella aveva detto davanti al Papa c he la Chiesa non può tacere sul mancati rispetto della vita e che la “testimonianza della vita” va oltre “ i confini delle nazioni”. Fisichella ha aggiunto che “la Chiesa non può tacere oggi quando alla ingiustizie sociali del passato purtroppo non ancora superate in tante parti del mondo, si aggiungono ingiustizie e oppressioni ancora più gravi, magari scambiate per elementi di progresso, in vista dell’ organizzazione di un nuovo ordine mondiale”.

Il Papa poco prima aveva ringraziato tutti coloro e “in particolare le famiglie” che operano “più direttamente per la difesa della vita. In piazza san Pietro alla messa hanno partecipato molti movimenti per la difesa della vita di tutto il mondo, compresi le associazioni “pro life” americane. Durante l’ omelia Bergoglio ha spiegato che il cristiano è “un uomo spirituale”, ma ciò non significa “essere una persona che vive nelle nuvole, fuori dalla realtà, come se fosse un fantasma”. Per il Papa invece il cristiano è “una persona che pensa e agisce nella vita quotidiana secondo Dio”. Dunque chi si “lascia condurre dallo Spirito Santo è realista, sa misurare e valutare la realtà, ed è anche fecondo: la sua vita genera vita attorno a sé”. Poi il Papa riferendosi più direttamente alla Giornata dell’ Engelium vitae ha esortato a dire “sì all’ amore e non all’ egoismo”: “Diciamo sì alla vita e no alla morte, diciamo sì alla libertà e no alla schiavitù dei tanti idoli del nostro tempo”.

Immagine articolo
Papa Francesco durante l'Angelus (Reuters).
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo