Immagine pezzo principale

Padri e figlie. Francesco Sarcina: «In lei vedo l’ energia delle donne»

A Nina ha dedicato l’ album “Femmina”. Ogni figlio ha in sé una sua diversa magia


Pubblicità

Il futuro dei Žfigli è un tema che affascina i cantautori. Anche Francesco Sarcina, 40 anni, ha voluto dedicare l’ ultimo album Femmina a Nina (6 mesi), la secondogenita. «È stato incredibile diventare di nuovo papà, a distanza di nove anni dalla nascita di Tobia. Mi sono rimesso in gioco», spiega il cantante, ex leader de Le Vibrazioni. «Non si è mai pronti, perché ogni fiŽglio ha in sé la magia della diversità. Non esiste un solo modo di educarli, occorre rispettare la loro personalità».
Così, anche Francesco ha pensato molto al futuro della figlia Nina.

«Impossibile non ri“flettere sul domani dei figli, specie in un momento come questo, in cui mancano certezze. Una fiŽglia femmina, poi, è speciale. Una donna può generare un’ altra vita: sono affascinato dalla sua energia».

 La piccola assomiglia a mamma Clizia, ma papà non riesce a fare a meno di intravedere dei tratti “da Sarcina”. «Muove le sopracciglia come facciamo nella nostra famiglia: Žfin da neonata aveva quell’ espressione».

 Da Benvenuta nel mondo a Parte di me, i brani dell’ album sono stati pensati mentre Nina era in arrivo. «Il titolo Femmina è stato dedicato a lei», spiega, «quando abbiamo scoperto che l’ esserino che stava nascendo era una bambina. Tobia desiderava una sorellina e lei pende dalle sue labbra, lo adora».
L’ educazione dei figli sta a cuore a Francesco. «Cerco di trasmettere dei valori e di infondere in loro la sicurezza nel fare le cose e la forza di volontà per portarle a termine. Tobia suona la batteria, ma se capisco che è un capriccio, si cambia. Se si arrende, signiŽfica che non ci crede. In futuro, vorrei che i miei Žfigli siano persone che credono in quello che fanno: dall’ amore alla politica, che sappiano lottare per ciò che è importante».

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo