Immagine pezzo principale

Nell’ Ave Maria non è meglio “grembo” invece di “seno”?


Pubblicità

ROSALBA M. - Non è più corretto nell’ Ave Maria dire «frutto del tuo grembo» invece di «del tuo seno»?

Nell’ originale greco del testo delle parole che Elisabetta rivolge a Maria, troviamo la parola koilìa (cfr. Lc 1,41-42): essa ha il significato generico di “cavità” e, a seconda dei contesti, può indicare “ventre/addome/grembo”, o più genericamente “viscere/seno”, anche nel senso dell’ intimo dell’ uomo (cfr. Gv 7,38; con un’ accezione negativa si trova in Fil 3,19: «il ventre è il loro dio»). La frase «il frutto del tuo seno» che si trova nell’ Ave Maria non è sbagliata, tuttavia in italiano la parola “seno” ha come prima accezione il petto di una donna, non il grembo. In quel contesto, di una donna incinta com’ è Maria, “grembo” sarebbe più adeguata. Questa d’ altronde è la traduzione della Bibbia Cei, che forse un giorno potrà essere recepita nella preghiera mariana.

(In alto: la Madonna del libro di Botticelli, Google Art Project)

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo