Immagine pezzo principale

«Che emozione portare la torta al Papa. Il regalo? Una camicia»

Parla la piccola dell'Acr che giovedì mattina ha festeggiato il compleanno di Francesco: «Il Papa è simpaticissimo, come un tuo amico. Gli abbiamo chiesto cosa volesse in dono e lui ci ha detto una camicia»


Pubblicità

“Mamma mia che paura! E se mi cadeva la torta?”. Maria ha dodici anni, acierrina di Parma, seconda media. E ieri mattina ha avuto il privilegio mondiale di portare la torta a papa Francesco per il suo compleanno. Sono stati gli unici al mondo, auguri speciali dell’ Azione Cattolica Italiana e dei ragazzi dell’ Acr a Jorge Mario Bergoglio. Maria l’ emozione non se la dimenticherà per tutta la vita. Parla d’ un fiato con il sorriso: “Avevo in mano la torta da mezz’ ora e vedevo che un po’ sprofondava la crema. Poi è arrivato il Papa e hanno acceso la candelina. Sono andata piano piano con la torta in mano. Mi facevano male le braccia. E’ lunga quella sala! Davanti al Papa gli ho detto di esprimere un desiderio e lui mi ha guardata e quasi rideva. Poi è stato un attimo zitto e ha soffiato sulla candelina. Non me lo scorderà mai il sapore del fumo che saliva dalla candelina rossa. Poi mi ha dato una carezza e sono arrivati gli altri tre con la scatola bianca e il nastro rosso per l’ altro regalo. Vuole sapere cosa c’ era dentro? Una camicia. Perché noi avevamo chiesto prima al Papa di cosa avesse bisogno e lui ci ha fatto rispondere che aveva bisogno di una camicia. Noi gliela abbiamo portata nella scatola. Gli altri ragazzi dell’ Acr hanno portato dei regali per i poveri lenzuola, un bagnoschiuma, asciugamani. E’ veramente simpaticissimo, come un tuo amico”.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo