Immagine pezzo principale

L’ ospedale Valduce: quando l’ etica si sposa con la tecnologia


Pubblicità

È una Tac di seconda generazione, in grado di eseguire esami più precisi e più rapidi a beneficio di oltre 16 mila pazienti ogni anno. È stata inaugurata all’ Ospedale Valduce di Como, la struttura religiosa delle suore infermiere dell’ Addolorata, affidata dal 2012 alle cure della procuratrice speciale Mariella Enoc, presidente dell’ Ospedale pediatrico della Santa Sede, il Bambino Gesù di Roma.

L’ ospedale di Como, che conta 200 posti letto più altri 90 nel presidio riabilitativo di Villa Beretta (Costa Masnaga, in provincia di Lecco) è un modello di sanità efficiente del Nord. Nel 2016 sono stati erogati oltre 12 mila ricoveri e 92.400 giornate di degenza, sono state eseguite 4.200 operazioni chirurgiche e un milione e 200 mila prestazioni ambulatoriali, con oltre 32 mila accessi di pronto soccorso. Dati in crescita, che certificano un impatto importante del presidio ospedaliero sulla popolazione.

Il nuovo macchinario garantisce una maggiore qualità diagnostica e una maggiore velocità di esecuzione: l’ immagine dell’ intero torace può essere eseguita in meno di un secondo, eliminando la necessità dell’ apnea; una scansione di 2 metri richiede solo 5 secondi, rendendo così possibili gli esami anche ai bambini senza anestesia e offrendo vantaggi evidenti ai malati che fanno fatica a mantenere una posizione ferma per tempi più lunghi. Sono solo alcuni dati che ci aiutano a capire l’ importanza di un’ azienda ospedaliera “di valore”, che ha sempre cercato di coniugare etica, organizzazione e progresso tecnologico.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo