Immagine pezzo principale

Libera, “Scopri il bene!”

Sabato 9 novembre 500 studenti hanno “riscoperto” i beni confiscati alla criminalità organizzata e assegnati al riutilizzo sociale. Dove un tempo c'erano le mafie, oggi ci sono persone che giorno dopo giorno si impegnano per la legalità, la giustizia e i diritti.


Pubblicità

«Scoprire a cento passi da casa un appartamento, un autosalone o un bar che era di un mafioso. Scoprire la storia di quel luogo e di quel boss, parte del passato, rimosso, della propria città. Scoprire che la Lombardia è la quarta regione per numero di beni confiscati, e il solo Comune di Milano ne ha ben 340, tra immobili e aziende».

Così Libera Lombardia presenta la giornata “delle porte aperte” per visitare i beni sottratti alle mafie. Ma non solo. L'iniziativa, spiega ancora l'associazione fondata da don Ciotti, mira a far «ri-scoprire che nella primavera del 1995, un milione di persone firmarono la proposta di legge di Libera che prevedeva il riutilizzo sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata, che è diventata la legge 109 del 7 marzo 1996». E, insieme, il fatto che associazioni, cooperative, fondazioni hanno creduto nel valore sociale di questa legge e hanno raccolto la sfida.

«È un modo di «scoprire», conclude il comunicato di Libera, «che dove un tempo c'erano le mafie, oggi ci sono persone che giorno dopo giorno si impegnano per la legalità, la giustizia e i diritti». Gli studenti sono stati accompagnati da rappresentanti di enti locali, associazioni, cooperative, fondazioni e dai volontari di Libera, che hanno illustrato loro la storia del bene con il passaggio dai proprietari precedenti (tra cui figurano usurai, trafficanti di droga e politici) all’ attuale destinazione: centri per disabili, comunità di recupero dalla tossicodipendenza, luoghi di aggregazione, associazioni sportive.

CON LA COLLABORAZIONE DI:

Agenzia Nazionale Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata – sede di Milano
Associazione Il Balzo
ATS Occhi aperti
Comune di Milano
Ass. Politiche sociali e Cultura della salute, settore anziani
InformaGiovani di Sesto San Giovanni
IIS J.C. MAXWELL – Milano
IIS LAGRANGE – Milano
Istituto Alberghiero Carlo Porta – Milano
I.C.S. Frazione BUSTIGHERA / MEDIGLIA
IIS Giulio Casiraghi – Cinisello Balsamo
IIS Altiero Spinelli – Sesto San Giovanni.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo