Immagine pezzo principale

Le "pagine gialle della solidarietà"

La Comunità di Sant'Egidio ha presentato un vademecum per l'accoglienza e l'assistenza in alcune città italiane ai bisognosi. Che aumentano sempre più


Pubblicità

Perdita del lavoro, sfratti, stipendi che non bastano per arrivare a fine mese, e il numero di persone che hanno bisogno aumenta sempre di più. A loro è rivolta la 24ma edizione della Guida all'accoglienza pubblicata dalla Comunità di Sant'Egidio e intitolata "Dove mangiare, dormire, lavarsi". Un utile vademecum distribuito nelle parrocchie e nelle associazioni di volontariato di Roma, Milano, Genova e Napoli.

La guida elenca centri d'ascolto e centri d'accoglienza, mense e dimore per senza tetto, gruppi parrocchiali e organizzazioni di volontariato. Gli operatori di Sant'Egidio che hanno redatto la guida hanno parlato di "dati impressionanti" sull'aumento della povertà, vecchia e nuova. Le guide costituiscono, di fatto, una vera e propria mappa del disagio in ognuna delle città interessate.

Nel caso della Capitale, la guida consta di 277 pagine: 500 indirizzi divisi in 14 sezioni. Uno strumento utile per le quasi 8 mila persone senza fissa dimora a Roma. "A Roma quasi 8 mila persone non hanno una dimora fissa nella città", spiega il presidente della Comunità di Sant'Egidio Marco Impagliazzo, "il che non significa che vivano per strada ma che hanno problemi di alloggio e stabilità personale. A loro vanno aggiunti altri 7 mila rom che vivono ancora nei campi, molti dei quali di fortuna". Sempre a Roma, 3.360 persone durante l'inverno trovano riparo e accoglienza nei Centri notturni del Comune, di parrocchie e istituti religiosi, di organizzazioni di volontariato.

La presentazione della Guida, a Roma, è stata infine l'occasione per redigere un bilancio dell'attività svolta dalla Comunità di Sant'Egidio in città nel 2013: 230 tonnellate di prodotti alimentari distribuiti, 270 mila capi d'abbigliamento, 12 mila coperte o sacchi a pelo, più di 200 mila pasti forniti alle mense o distribuiti per strada, 5 mila 400 paia di scarpe.

Per maggiori informazioni consultare il sito: www.santegidio.org

Immagine articolo
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo