Immagine pezzo principale

La Torre Allianz quartier generale delle Olimpiadi Milano Cortina

Il comitato organizzatore si trasferisce dal Pirellone al più alto grattacielo d'Italia. Nel colosso milanese progettato da Isozaki la cabina di regia dei Giochi che si svolgeranno nel 2026


Pubblicità

Non si può dire che Milano non voglia fare le cose in grande nel gestire la complessa macchina delle olimpiadi invernali che si svolgeranno tra la metropoli e Cortina d'Ampezzo tra poco più di 5 anni. Lo si vede anche dalla decisione di portare la sede sempre più in alto. Dal primo dicembre 2020 infatti il comitato organizzatore dei Giochi Olimpici e Paralimpici invernali Milano Cortina 2026 lascerà la sua attuale sede presso il Pirellone e si trasferirà nei piani alti della Torre Allianz, dove sarà ospitata dal gruppo assicurativo-finanziario che è tra i più rilevanti a livello internazionale e che sarà uno dei top partners a livello mondiale del Movimento Olimpico e del Movimento Paralimpico dal 2021 al 2028.

Una decisione che ha anche contorni simbolici, una sorta di passaggio di testimone storico, di altezza in altezza: dal grattacielo della tradizione milanese e del boom economico di Gio Ponti al modernissimo “skyscraper” di City Life progettato dall’ archistar giapponese Arata Isozaki insieme ad Andrea Maffei, che svetta con i suoi 207 metri di acciaio e cristallo sullo skyline della città ed è il più alto edificio d’ Italia per numero di piani, 50. Fino al 2026, la Torre Allianz, dal 2018 quartier generale italiano di Allianz, sarà pertanto anche la prestigiosa casa dell’ Olimpiade e Paralimpiade invernale italiana.

La proposta di Giacomo Campora, amministratore delegato di Allianz S.p.A., è stata accolta dall’ amministratore delegato della Fondazione, Vincenzo Novari,  consentendo così al comitato organizzatore dei Giochi Invernali Milano Cortina 2026 di poter iniziare da subito ad insediare il proprio quartier generale nella Torre Allianz. «I Giochi di Milano Cortina 2026 saranno interamente finanziati con risorse private e pienamente sostenibili sul piano economico, ambientale e sociale: una sfida così alta non poteva trovare una casa migliore», spiega Novari. «La disponibilità e l’ attenzione di un gruppo così importante come Allianz dimostra che il progetto di Milano Cortina 2026, in un momento così difficile, è un’ occasione imperdibile per il nostro Paese, proprio perché ha le potenzialità per parlare al mondo».

Soddisfazione anche di Giacomo Campora, amministratore delegato di Allianz S.p.A., che aggiunge: «Siamo lieti di poter ospitare nella Torre Allianz a Milano gli uffici della Fondazione Milano Cortina 2026, a conferma dell’ attenzione e dell’ impegno di Allianz a promuovere i valori dello sport, come dimostrato dalle nostre importanti sponsorizzazioni sportive in Italia e a livello internazionale. Allianz è orgogliosa di divenire dal primo gennaio 2021 il partner assicurativo globale del Movimento Olimpico e di quello Paralimpico».

 

 

 

Immagine articolo
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo