Immagine pezzo principale

Il Sanremo degli omaggi dimentica Mister Volare

I ricordi dei grandi protagonisti della musica italiana, da De André a Battisti, sono stati i più premiati dagli ascolti. Ma perché è stato trascurato Domenico Modugno, che proprio qui presentò sessant'anni fa Nel blu dipinto di blu? Risponde Claudio Baglioni, mentre le Poste hanno emesso proprio oggi un francobollo dedicato al grande cantautore


Pubblicità

I momenti più emozionanti e più premiati dagli ascolti di questo Festival si sono registrati durante gli omaggi ai grandi della canzone italiana: da De André a Battisti, da Endrigo allo stesso Baglioni che ha dettato con i suoi ospiti. Tutto bene, se non fosse per una clamorosa dimenticanza: Domenico Modugno. Com’ è possibile che non si sia trovato uno spazio per il padre dei cantautori italiani, che quest’ anno avrebbe compiuto 90 anni e che proprio sessant’ anni fa proprio a Sanremo lanciò la canzone italiana più famosa al mondo, Nel blu dipinto di blu?

Lo abbiamo chiesto direttamente a Baglioni che, un po’ imbarazzato, così ci ha risposto: “E’ vero, sono molto rammaricato ma i grandi artisti da ricordare sono tanti e abbiamo dovuto fare delle scelte. Modugno è stato una presenza fondamentale nella mia vita professionale. E’ stato il primo a premiarmi in un concorso che feci a Roma quando avevo 14 anni e mezzo. Qualche anno dopo ho fatto un provino per lui avrei dovuto partecipare al suo fianco proprio qui a Sanremo con Come stai. Ma i suoi amici mi dissero che lui dopo aver sentito la mia interpretazione, si ingelosì e non mi volle più.

In seguito, abbiamo passato molto tempo insieme nelle case che lui aveva ad Ansedonia e a Lampedusa dove poi è morto. L’ ho poi celebrato per dieci anni a ‘O scià, la manifestazione che ho fatto a Lampedusa: ogni sera finivamo proprio con Nel blu dipinto di blu. Comunque è stato ricordato anche qui da Pippo Baudo e abbiamo mostrato una sua foto: Modugno è il Festival è l’ omaggio più vero è che non lo dimenticheremo mai”

 

Di sicuro a non dimenticarsi di lui sono state le Poste Italiane che proprio oggi hanno emesso due francobolli dedicati a lui e a Mia Martini, con il valore di 95 centesimi. Questi francobolli segnano l'inizio di una nuova serie tematica di valori postali che sarà dedicata periodicamente ai protagonisti italiani dello spettacolo. Le vignette dei francobolli ( mostrano un ritratto dei commemorati in una cornice colorata che ricorda i solchi dei dischi in vinile. I bollettini illustrativi dell'emissione contengono messaggi dei familiari: la moglie Franca per Domenico Modugno ("era determinato e ironico ma nello stesso tempo romantico e poetico, come nelle sue canzoni... Un francobollo che lo ritrae è una realtà bellissima che Mimmo avrebbe apprezzato") e la sorella minore di Mia Martini, Loredana Berté ("non c'è bisogno di spiegare ai posteri chi è Mia Martini. A parlare sono le sue canzoni, le sue emozioni, i brividi che è riuscita a trasmettere").

Immagine articolo
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo