Immagine pezzo principale

Il Festival delle diverse abilità

DiversArtemente, ovvero il progetto promosso dalla Comunità Papa Giovanni XXIII che porta in piazza, fino al 2 maggio, cento artisti disabili. L’ iniziativa si svolge a Ferrara. Testimone d’ eccezione: la danzatrice Simona Atzori.


Pubblicità

Cento artisti disabili animeranno le strade e le piazze di Ferrara fino al  2 maggio. Spettacoli, performance teatrali, concerti, convegni, mostre con materiali di riciclo, per uscire dal muro di indifferenza di uno show business che li rende invisibili. Perché nulla è da scartare, nemmeno i propri limiti.

È il festival delle diverse abilità promosso dalla Comunità Papa Giovanni XXIII all’ interno del progetto DiversArtemente, quest’ anno alla sua prima edizione. Era stato proprio don Oreste Benzi, il fondatore della Papa Giovanni, a dar vita nel 2000 al Coordinamento delle Arti, rivolto a chi di norma è ai margini,  attivo ad oggi in Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Sardegna, Sicilia e Calabria.

Questo perché don Oreste voleva che anche nel mondo dell’ arte e dello spettacolo si esprimesse l’ amore di Dio per i piccoli della terra e per gli ultimi. Oggi fanno parte del progetto oltre 300 giovani usciti dalla tossicodipendenza, 150 persone con diverse disabilità dei centri di aggregazione e dei centri diurni sparsi in tutt’ Italia, un centinaio di minori in affidamento e provenienti dai carceri minorili. Persone in genere emarginate e impossibilitate a esprimere la loro creatività e il loro talento che don Oreste, “fantasista di Dio”,  voleva mettere a fuoco e valorizzare nelle piccole piazze dell’ associazione.

Questa di Ferrara sarà invece una grande piazza dove il talento degli artisti disabili raggiungerà il cuore della gente, a cielo aperto. Parteciperanno all’ evento anche due allieve del Conservatorio Frescobaldi di Ferrara, dove dall’ anno scorso è attivo il biennio di specializzazione in Musicoterapia.

Da segnalare la mostra “Metti una lampada in bottiglia”, all’ Imbarcadero del Castello Estense e “Il paese dei bottoni”, animazione rivolta ai bambini delle Scuole dell’ Infanzia. Testimone d’ eccezione dell’ evento la danzatrice Simona Atzori.

Immagine articolo
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo