Immagine pezzo principale

Il record di suor Candida, la religiosa più anziana d'Italia

Il 20 febbraio ha compiuto 110 anni. Veneta d'origine, entrò nell’ Istituto delle Ministre degli infermi di San Camillo nel 1931. Ha prestato la sua opera come infermiera professionale in diverse città d’ Italia. Dal 2000 vive a Lucca, nella Casa madre dell’ istituto, dove, nonostante l’ età, partecipa ancora attivamente alla vita comunitaria. Anche papa Francesco le ha inviato gli auguri


Pubblicità

Il 20 febbraio a Lucca è un giorno speciale. Si festeggia il compleanno di suor Candida Bellotti, la religiosa più anziana del mondo. Nata a Quinzano (Verona) il 20 febbraio del 1907, la religiosa da più di 80 anni si è consacrata alla spiritualità di San Camillo de Lellis, patrono degli ammalati, degli infermieri e dei luoghi di cura. Terza di dieci figli, padre ciabattino e madre casalinga, è cresciuta in una famiglia semplice e profondamente cattolica.

Entrata a far parte nel 1931 della Congregazione delle Ministre degli Infermi di San Camillo, ha prestato la sua opera come infermiera professionale in diverse città d’ Italia. Dal 2000 vive a Lucca, nella Casa madre dell’ istituto, dove, nonostante l’ età, partecipa ancora attivamente alla vita comunitaria. Forte dei Marmi, Roma (dove ha conseguito il diploma di infermiera), Torino, Camaiore, Viareggio sono alcune delle località in cui ha operato, nel servizio ai malati e come formatrice di nuove vocazioni.  

Nel 2014, in occasione dei 400 anni dalla morte di San Camillo de Lellis, ha festeggiato il compleanno a Roma, partecipando anche alla messa mattutina celebrata da Papa Francesco a Santa Marta, e ricevendo la sua benedizione.  

Gli auguri di papa Francesco

Anche quest’ anno la suora più anziana d'Italia ha ricevuto anche gli auguri del Papa: «Alla reverenda suor Candida Bellotti, sorella Ministra degli Infermi, che con animo grato a Dio festeggia il suo centodecimo compleanno, il Santo Padre Papa Francesco, spiritualmente partecipe alla comune gioia per la fausta ricorrenza, rivolge vive felicitazioni e fervidi auguri», si legge nella benedizione apostolica giunta dal Vaticano. E suor Candida raccomanda: «Amare, amare e ancora amare. Con gioia!»: questo il consiglio che rivolge a tutti, specie alle nuove generazioni. A cui indirizza un invito particolare: «Abbiate fiducia nel futuro, e impegnatevi al massimo per realizzare i vostri desideri»

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo