Immagine pezzo principale

Gmg, la Croce dei giovani arriva a Rio

Sono i simboli delle Giornate mondiali della gioventù: la Croce e l'icona della Madonna. Arrivano a Rio de Janeiro, che ospiterà la prossima Gmg (23-28 luglio). Preghiere e festa. Coinvolte le famiglie che accoglieranno i pellegrini provenienti da tutto il mondo.


Pubblicità

Appuntamento nella chiesa di San Giuseppe, nel quartiere di Santa Cruz: sabato 6 luglio la Croce dei giovani e l’ icona della Madonna, i simboli della Giornata mondiale della gioventù, arrivano a Rio. L’ arrivo della Croce e dell’ icona sarà celebrato con una Messa presieduta L’ arcivescovo di Rio e presidente del Comitato organizzatore locale (Col) dom Orani Tempesta, presiede una concelebrazione eucaristica. Segue poi una processione fino alla cattedrale di São Sebastião, in centro città.

L’ appuntamento di sabato 6 luglio, spiegano dal Comitato organizzatore, sarà anche l’ occasione per convocare tutte quelle famiglie che hanno dato la loro disponibilità ad accogliere e ospitare i giovani pellegrini in arrivo a Rio. Per tutti è prevista anche una grande festa, fatta di musica, animazione e spettacoli tenuti da grandi artisti cattolici della musica brasiliana e latino americana. Salutando l’ arrivo a Rio dei simboli della Gmg, l’ arcivescovo Tempesta ha ricordato che questi «hanno fatto il giro del mondo e dal settembre 2011 stanno attraversando il Brasile facendo visita non solo alle diocesi ma anche alle scuole, carceri, piazze e comunità indigene. In questo modo il messaggio di Cristo sta arrivando a tutti gli uomini e le donne del Brasile».



Era il 1984, Anno Santo della Redenzione. Papa Giovanni Paolo II decise di mettere una Croce - simbolo della fede - vicino all'altare maggiore nella Basilica di San Pietro, dove tutti potessero vederla. Ne fu dunque installata una alta 3,8 metri. Il Papa l'affidò alla gioventù del mondo, rappresentata dai giovani del Centro Internazionale Giovanile San Lorenzo di Roma. Queste furono le sue parole in quell'occasione: «Carissimi giovani, al termine dell'Anno Santo affido a voi il segno stesso di quest'anno giubilare: la Croce di Cristo! Portatela nel mondo, come segno dell'amore del Signore Gesù per l'umanità ed annunciate a tutti che solo in Cristo morto e risorto c'è salvezza e redenzione» (Roma, 22 aprile 1984).

I giovani accolsero la richiesta del Santo Padre. Portarono la croce al Centro San Lorenzo, che sarebbe diventata la sua dimora abituale nei periodi in cui non si fosse trovata in pellegrinaggio per il mondo. La Croce dell'Anno Santo (così veniva chiamata allora) fece il suo primo pellegrinaggio nel luglio 1984, recandosi a Monaco, in Germania, per il Katholikentag (Giornata dei Cattolici). Essendo solo una semplice croce di legno, all'inizio la gente non capiva che cosa avesse di speciale. Poco a poco però si rese conto che la Croce era lì in missione per desiderio del Santo Padre. Alla celebrazione eucaristica finale nello stadio della città, con 120.000 persone presenti, la Croce era vicino all'altare in modo che tutti potessero vederla.

 

In seguito i giovani portarono la Croce a Lourdes, Paray-le-Monial e altre località della Francia, poi di nuovo in Germania. Sentendo questa notizia, il Papa disse: «La devono portare anche a Praga, al Cardinal Tomasek». A quell'epoca, la Cecoslovacchia era ancora dietro la cortina di ferro e la Croce portata dai giovani sarebbe stata simbolo della comunione con il Santo Padre. Intanto la Croce tornò in Germania il 27 dicembre. Nel gennaio del 1985, in risposta alla richiesta del Santo Padre, un gruppo di giovani tedeschi portò la Croce a Praga.

Il 1985 era stato proclamato dall'Onu Anno Internazionale della Gioventù; la Domenica delle Palme parteciparono a un incontro con il Santo Padre in piazza San Pietro ben 300.000 giovani, e la Croce era con loro. Quell'anno la Croce fu portata in diverse parti d'Europa: Italia, Francia, Lussemburgo, Irlanda, Scozia, Malta e Germania; in ognuno di questi luoghi fu condotta in pellegrinaggio, fu protagonista di Via Crucis nelle strade delle città e partecipò a diversi incontri giovanili. Nel dicembre 1985, Papa Giovanni Paolo II annunciò che a partire dalla successiva Domenica delle Palme si sarebbe tenuta ogni anno una Giornata mondiale della gioventù. Nel 1986, la Croce era presente alla celebrazione della prima Giornata mondiale della gioventù nella diocesi di Roma, che si tenne nella Basilica di San Giovanni in Laterano la Domenica delle Palme. Per la Croce, fu un anno ricco di pellegrinaggi e incontri in Italia, Francia e Svizzera.

Il 1987 fu l'anno della II Giornata mondiale della gioventù, che si tenne a Buenos Aires (Argentina), radunando per la prima volta giovani di tutto il mondo. Fu anche la prima volta che la Croce entrò nel continente americano, dove fu portata alcuni giorni prima delle celebrazioni. La Croce dei giovani accompagna con costanza tutte le Gmg. Nel 2003, Giovanni Paolo II ha voluto donare ai giovani anche una copia dell'icona di Maria Salus Populi Romani.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo