Immagine pezzo principale

Il diritto delle persone con sindrome di down di lavorare e amare

In occasione della Giornata nazionale del 10 ottobre, l'Aipd, l'assocazione italiana persone down, racconta i suoi progetti per l'inserimento lavorativo, la formazione degli educatori, e i percorsi di autonomia delle coppie


Pubblicità

“Ripartiamo”: una parola con dentro un mondo, che unisce passato, presente e futuro. Non poteva essere che questo, lo slogan scelto per la Giornata nazionale delle persone con sindrome di Down di quest'anno, che si celebra il prossimo 10 ottobre. Ripartiamo è un'incitazione, una determinazione, un auspicio nell'autunno del 2021, il secondo autunno dall'inizio delle pandemia, ancora carico di preoccupazioni e di incertezze, ma pieno anche di speranza che finalmente si possa, appunto, ripartire.
AIPD, Associazione italiana perone down, non si è mai fermata, è vero: a distanza nei mesi di lockdown, poi subito in presenza, non appena è stato possibile, le attività non sono mai state interrotte. E lo dimostrano i numeri: l’ associazione, in questo momento, ha ben 168 progetti attivi, di cui più della metà (93) dedicati a percorsi per l’ autonomia: tra questi, 23 percorsi di educazione all’ autonomia per adolescenti, 32 “Agenzie del tempo libero” e 16 progetti per pre-adolescenti. Tra le altre attività in corso, ci sono 32 laboratori, 15 attività per bambini e 12 centro diurni.
Ora, però, proprio il mese di ottobre, ponte tra l'estate e l'inverno, è il momento dei nuovi inizi e delle nuove partenze. 

Ripartono i ragazzi... Si avvieranno in questi giorni nuovi tirocini e inserimenti lavorativi, grazie a progetti e accordi di AIPD nazionale. Emanuele, per esempio, di AIPD Roma, sta iniziando un tirocinio 6 mesi finalizzato ad assunzione presso Leroy Merlin, nell'ambito del progetto “Formidabili”, frutto dell'accordo tra Abile Job, AIPD e ANGSA; Alice, anche lei di AIPD Roma, inizierà un tirocinio di 6 mesi presso il negozio Adidas di Castel Romano, grazie alla collaborazione AIPD – Adidas. 
Ancora, Giorgia e Francesco, di AIPD Taranto e Bergamo, firmano proprio in questi giorni un contratto a tempo determinato di 6 mesi presso C&C Consulting, mentre Claudia, di AIPD Caserta, inizia un tirocinio 6 mesi presso Clayton spa Carinaro. Passando da Sud a Nord, in Trentino Ilaria inizia un tirocinio di 6 mesi presso Decathlon Bolzano, grazie all'accordo ormai consolidato tra AIPD e il marchio sportivo. Partiranno nei prossimi giorni anche altri due inserimenti lavorativi, grazie ad accordi nazionali di AIPD rispettivamente con Decathlon e con Procter&Gamble.

Ripartono gli educatori... Si rimettono in marcia anche gli educatori, che pure non si sono mai fermati e continuano a formarsi, per poter accompagnare i giovani con sindrome di Down verso l'autonomia: ben 81 sono gli iscritti al seminario on line l'educazione all'autonomia, provenienti da 22 sedi AIPD e altre 16 organizzazioni, di cui una marocchina (Associazione Down Rabat). 

Mentre le coppie costruiscono il loro futuro. La ripartenza più bella ed emozionante è quella delle coppie che, dopo mesi di distanza, hanno ripreso a incontrarsi, a vivere esperienze insieme, finalmente a pensare al futuro. Nell'ambito del progetto “Amore, amicizia, sesso: parliamone adesso”, finanziato dal ministero del Lavoro, nei mesi estivi gruppi di coppie hanno condiviso una settimana di vacanza in campeggio,  confrontandosi all'interno del gruppo. Alcune di queste coppie stanno gettando ora le basi per una vita insieme. Le loro storie, i loro pensieri, i loro sogni sono stati raccolti dal regista Christian Angeli nel docufilm “Come una vera coppia” (produzione Jumping Flea per Aipd), che sarà presentato il prossimo 30 ottobre a Roma (ore 16.30, Auditorium Maxxi, via Guido Reni 4/a
 

Immagine articolo
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo