Immagine pezzo principale

Gen Rosso in streaming, troppi fan e la Rete "non regge"

In più di tremila collegati da casa per ascoltare la band dei Focolarini. La connessione traballa ma loro vanno avanti: «Chiara Lubich ce l’ ha sempre detto: la fraternità arriva ovunque»


Pubblicità

«Siamo bloccati ma solo da internet che non regge la carica d'amore che volevamo darvi». Mentre i Gen rosso cantano e suonano da Loppiano, il concerto in streaming su Youtube continua a bloccarsi. Ma se le canzoni rimangono a mezz’ aria, i commenti dei fan si accumulano veloci: «Avete mandato in tilt i server di Youtube! Grandissimi», dice uno. «Bello vedervi anche fermi in attesa di download», scherza un altro. «Ci siamo e ci saremo anche se internet può non reggere, noi ci siamo e l'onda d'amore va», replica la band dei focolarini, in diretta da Loppiano.

A cantare e suonare dalla loro casa nel quartier generale dei Focolarini sono Juan Francisco Villalba, alla chitarra, Michele Sole e Ciro Ercolanese, voce, e Igor Saunier alle percussioni. A mandare in tilt il concerto è probabilmente qualche problema di connessione a Loppiano ma, tant'è, la band non si ferma. Seguendo il desiderio della fondatrice dei Focolarini Chiara Lubich, che nel 1966 suggerì la nascita della band, i quattro artisti si esibiscono per diffondere il messaggio di un mondo più giusto, pacifico, solidale e unito. «Lasciateci entrare nel salotto di casa vostra, ci raccontiamo la nostra vista e cantiamo le nostre storie», dice forte Ciro Ercolanese. «Chiara ce l’ ha sempre detto: la fraternità è tangibile e arriva ovunque».

Salvador, Indonesia, Slovenia, Spagna, Italia: basta scorrere l’ elenco dei commenti per capire che al concerto on line ci sono persone da tutto il mondo. «Dove è Diego?», chiede qualcuno non vedendo un altro amico della band, al momento in Brasile. Si respira aria di famiglia. «Cantate pure voi, potete anche ballare. Il Gen è una costellazione, siamo in tutto il mondo ma siamo vicini», dice Michele Sole. Anche se a ballare è innanzitutto la connessione, i fan del Gen rosso non si perdono d’ animo: «Siamo insieme come un'unica grande famiglia che crede e continua ad amare!».

Fra i brani suonati, anche “Perché ti amo”, dedicato a chi in questa emergenza Coronavirus non ce l’ ha fatta. A fine concerto le visualizzazioni saranno più di 3 mila. «Il prossimo appuntamento, per quello che sarà il nostro terzo concerto in streaming, è mercoledì 1° aprile sempre. Ma già venerdì 27 marzo potete collegarvi al concerto del Gen verde», rilancia in chiusura la band. Sempre alle 16, sempre su Youtube, sempre con lo stesso motto: distanti ma uniti.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo