Immagine pezzo principale

Edison in prima linea per lo sviluppo sostenibile

Con la Fondazione Eos, nata alcuni mesi fa, la società per l'energia promuove progetti mirati alla realizzazione degli obiettivi fissati dalle Nazioni Unite nell’ Agenda 2030


Pubblicità

(Nella foto: il Parco eolico di Edison in Campania)

Creare valore condiviso con il territorio promuovendo progetti di innovazione sociale per migliorare la qualità della vita delle comunità e delle fasce più vulnerabili della popolazione, contribuendo a una transizione energetica sostenibile e inclusiva. Questo è l’ obiettivo che guida la Fondazione Eos, Edison orizzonte sociale, la fondazione d’ impresa costituita lo scorso aprile e con la quale la società energetica più antica d’ Europa conferma il proprio impegno sociale in linea con gli obiettivi fissati dalle Nazioni Unite nell’ Agenda 2030.   

La Fondazione Eos opera su tutto il territorio nazionale, in particolare nelle aree geografiche e nei contesti in cui Edison è già presente. Agisce attraverso programmi triennali individuati da un comitato scientifico, ereditando, inglobando e portando avanti il bagaglio di esperienze già maturate nel corso degli anni attraverso le varie attività di responsabilità sociale d’ impresa promosse da Edison. I progetti sono articolati in diversi ambiti di intervento: la sensibilizzazione allo sviluppo sostenibile, il contrasto alla povertà educativa e culturale, l’ inclusione sociale e l’ attenzione al territorio, la valorizzazione del patrimonio storico e la realizzazione di percorsi di sostenibilità per le istituzioni culturali.

Tra i progetti in corso, nell’ ambito dell’ innovazione creativa la Fondazione Eos promuove gli Energy experience 4.0 Lab: laboratori per sensibilizzare i più giovani sui temi prioritari fissati dall’ Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per progettare nuove soluzioni per il futuro del mondo dell’ energia. Nel campo della cultura unita alla sostenibilità, Edison conferma il suo rapporto con il cinema attraverso Edison green movie: il primo protocollo europeo per il cinema ecosostenibile con una serie di linee guida per le case di produzione cinematografiche. Ogni anno in Italia l’ industria cinematografica produce circa 5.600 tonnellate di anidride carbonica. Edison green movie permette di ottimizzare i consumi e ridurre fino al 75% le emissioni inquinanti per la realizzazione di un film.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo