Immagine pezzo principale

Attenzione a dire "famiglie"...

Iniziativa dell'Eurispes per comprendere meglio una realtà che è stata il vero argine alla crisi economica del nostro Paese. I dubbi del Forum delle Associazioni Familiari.


Pubblicità

La famiglia è la protagonista dell'organizzazione sociale del nostro paese e costituisce ancora una realtà centrale nella vita delle persone, generalmente ai primi posti nella loro scala di valori”. Sono parole del sociologo Gian Maria Fara, presidente dell'istituto di ricerca Eurispes. Dopo aver scandagliato per trent'anni la realtà sociale dell'Italia, Fara ritiene che sia giunto il momento di creare un “Osservatorio sulle famiglie”, magari con l'obiettivo di arrivare alla realizzazione di un rapporto annuale sulla condizione delle famiglie italiane.

      “Con l'Osservatorio”, spiega Fara, “vogliamo mettere sotto osservazione le attese, le vocazioni, le speranze e i problemi delle famiglie italiane che, ricordiamolo, sono state il vero argine alla crisi economica che ha colpito il nostro Paese”. La direzione dell'Osservatorio è stata affidata all'avvocato Andrea Catizone, esperta di diritto familiare e minorile, affiancata per la direzione scientifica da Raffaella Saso, responsabile delle ricerche sociali dell'Eurispes.

     Un'iniziativa che ha trovato il Forum delle Associazioni Familiari "disponibile a un confronto costruttivo sui contenuti", ma a patti ben precisi. Come ha sottolineato Francesco Belletti, presidente del Forum, "non può non preoccupare che l'Eurispes abbia tenuto a sottolineare che l'attenzione del neonato Osservatorio non è rivolta "alla famiglia" ma "alle famiglie", equiparando le varie forme di unioni di fatto etero e omosessuali alla famiglia definita dalla Costituzione come fondata su un matrimonio tra un uomo e una donna".

     "Questo non significa", ha proseguito il Presidente del Forum, "far finta che non sia in atto una "pluralizzazione delle forme familiari", ma l'istituto di ricerca deve anche tener conto del fatto che la stragrande maggioranza degli italiani vive in nuclei tradizionali e che la definizione costituzionale della famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna porta a obblighi, responsabilità sociali e, almeno in premessa, a una prospettiva di stabilità".

L'attività dell'Osservatorio Eurispes, in ogni caso,  si concentrerà su diverse aree di indagine: le tendenze demografiche, le separazioni e l'affido dei figli, l'indebitamento delle famiglie, il problema della casa, l'occupazione, l'istruzione, i consumi, i servizi per la famiglia, le famiglie e la religione (verrà realizzato un sondaggio), criminalità e famiglie, l'educazione sessuale, le madri, i padri, le famiglie straniere residenti.

Immagine articolo
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo