Immagine pezzo principale

Famiglia, culla del nuovo umanesimo

Trasmette la vita, indirizza, educa, coltiva relazioni, è laboratorio di dialogo e di perdono. In una Caltagirone che festeggia i 200 anni della fondazione della diocesi, si svolge oggi la Giornata regionale della famiglia, presente il cardinale Lorenzo Baldisseri: 5mila i partecipanti.


Pubblicità

«Senza famiglia non c’ è trasmissione dei valori: come sul piano biologico e fisico la famiglia trasmette la vita, così trasferisce anche quelle doti sulle quali si costruisce la famiglia e, tramite essa, la società stessa e principalmente la Chiesa. Per questo possiamo dire che la famiglia è crocevia per un nuovo umanesimo». Ed è proprio Famiglia crocevia per un nuovo umanesimo il tema scelto per la Giornata regionale, organizzata dall'Ufficio per la pastorale familiare della Conferenza episcopale siciliana, che si tiene oggi a Caltagirone. A tracciare i contorni dell’ iniziativa e a spiegare l’ idea che l’ ha generata è il vescovo di Caltagirone, monsignor Calogero Peri, che, per la Conferenza episcopale siciliana (Cesi), è delegato per la famiglia.

La Giornata, che viene celebrata in concomitanza con il bicentenario della Diocesi ospitante, è tappa di un cammino lungo. «Ci troviamo al crocevia di tante iniziative: siamo all’ inizio dell’ anno pastorale e sociale e ci avviamo al termine dello stupendo tempo che papa Francesco ha voluto come Anno giubilare straordinario della Misericordia. Abbiamo celebrato il Sinodo straordinario e quello ordinario – dice monsignor Peri -, abbiamo tra le mani e nella mente l’ esortazione di papa Francesco sulla Letizia dell’ amore che ci deve essere tra i coniugi e nella società. Vorremmo che tutto questo fosse sottolineato maggiormente e soprattutto che sia consegnato come un tesoro prezioso alla famiglia perché se ne faccia carico. La famiglia è, infatti, il primo destinatario e nello stesso tempo soggetto perché questa ricchezza continui a vivere e ad essere presente nella comunità ecclesiale. Per diverso tempo – aggiunge il presule - ci siamo interrogati molto sull’ amore, sulla tenerezza, sulla misericordia, e adesso vorremmo convogliare tutta la ricchezza di questi contenuti che durante questo anno si sono sviluppati nel "contenitore" migliore, quello che li può conservare non soltanto per quest’ anno ma per un sempre fatto di ieri, oggi e domani. Infatti il ‘contenitore famiglia’ , il ‘soggetto famiglia’ nella Chiesa e nella società è insostituibile nel trasmettere i valori». Il vescovo si augura «che questa giornata possa essere veramente una spinta forte, un punto riferimento, una luce innalzata, un momento di gioia e di festa che resti nella vita e nell’ esperienza delle nostre famiglie per tantissimo tempo».

Alla Giornata sono iscritte circa 5 mila persone, per metà provenienti dalla diocesi di Caltagirone, per metà dal resto della Sicilia. La maggior parte di esse è ospitata in famiglia. Stamane, a partire della 10, le catechesi tenute dai vescovi nelle chiese di Caltagirone hanno analizzato uno dei cinque verbi del Convegno ecclesiale nazionale di Firenze In Gesù Cristo il nuovo Umanesimo, tratti dall’ Evangelii Gaudium di papa Francesco: uscire, annunciare, abitare, educare, trasfigurare e sul sostantivo “creato”. Le famiglie della diocesi, che da tempo hanno predisposto l’ accoglienza, hanno offerto il pranzo a tutti i partecipanti. Dopo il pasto è previsto che i partecipanti si spostino nei giardini della Villa Comunale (capienza: 10 mila persone) per dare inizio alla grande festa così articolata: dalle ore 15.30 il gruppo musicale locale degli EcoSound insieme ai giovani dell’ Azione Cattolica animano l’ accoglienza iniziale. Tra gli ospiti, Beatrice Fazi, attrice della fiction Un medico in famiglia interviene con al fianco marito e i 4 figli. Prevista anche una riflessione di Gigi De Palo, Presidente nazionale del Forum delle Famiglie. Alle  17, il cardinale Lorenzo Baldisseri, Segretario generale del Sinodo dei Vescovi, presiede la Solenne concelebrazione Eucaristica con la presenza di tutti i vescovi di Sicilia. La serata continuerà con lo spettacolo teatrale Madre Teresa, il Musical di Michele Paulicelli. Il musical dedicato a Madre Teresa di Calcutta, proclamata santa da papa Francesco proprio domenica scorsa in Piazza San Pietro, portato in scena dalla Associazione Culturale Club Teatro Musica di Roma dello stesso Paulicelli. A conclusione del Musical, ci si sposterà in Piazza Municipio per l’ illuminazione  straordinaria della (così mi assicura padre Carcanella) famosa Scala Santa Maria del Monte.

Immagine articolo
Monsignor Calogero Peri, vescovo di Caltagirone. Fonte: pagina Facebook, bicentenario diocesi di Caltagirone.
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo