Immagine pezzo principale

Emiliano Manfredonia è il nuovo presidente nazionale delle Acli

Eletto a larga maggioranza dai delegati del Ventiseiesimo congresso, ha alle spalle una lunga militanza nel movimento. "Siamo in cammino soprattutto verso le periferie esistenziali"


Pubblicità

Emiliano Manfredonia è il nuovo Presidente nazionale delle Acli. I delegati del XXVI Congresso nazionale lo hanno votato a larga maggioranza durante la 2° sessione dell’ assise che si è svolta a porte chiuse e nel rispetto delle norme anti covid, presso il Seraphicum di Roma e a distanza attraverso una piattaforma di voto online.

Nato a Pisa nel 1975, Manfredonia è cooperatore sociale e vanta un lungo percorso nelle Acli che l’ ha portato ad essere Presidente delle Acli di Pisa dal 2006 al 2012, anno in cui è invitato in Presidenza Nazionale con l’ incarico Economia Civile e cooperazione Sociale. Dal 2016 è stato Vicepresidente vicario delle Acli e Presidente del Patronato Acli. “Potere  è prima di tutto un verbo: poter servire, poter fare, poter fare bene, cerchiamo di farlo tutti insieme per le nostre Acli e farle diventare Acli in movimento, in cammino, soprattutto verso le periferie esistenziali. – ha detto Manfredonia durante il suo primo saluto -Acli che corrono per ricucire fratture presenti nella società”. Manfredonia è un grande conoscitore di circoli Acli. Recentemente ha manifestato le sue perplessità e critiche per il mancato ristoro di queste strutture socialmente importanti durante la pandemia.  Sull'esperienza e le storie dei circoli Acli ha scritto anche "Vite in circolo", edito da San Paolo.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo