Immagine pezzo principale

È il diciannovesimo Papa che va ad Assisi

Il primo Papa pellegrino è Gregorio IX (Ugolino di Anagni) che raggiunge la città umbra il 26 maggio del 1228 e vi torna il 16 luglio, quando presiede la cerimonia di canonizzazione di Francesco, proclamato santo a nemmeno due anni dalla morte.


Pubblicità

Papa Bergoglio è il 19° pontefice pellegrino ad Assisi. Prima di lui, infatti, 18 Papi si sono già inginocchiati a pregare sulla tomba del Poverello. Ce lo ricorda Roberto Pacilio, che in vista della visita di papa Francesco ha compiuto un’ accurata ricerca storica pubblicata sul sito  sanfrancesco.org   

Il primo ad aprire la lunga lista dei Papi pellegrini è Gregorio IX (Ugolino di Anagni) che raggiunge la città umbra il 26 maggio del 1228, per tornarvi  poi il 16 luglio, quando presiede la cerimonia di canonizzazione di Francesco d’ Assisi, proclamato santo quando non erano trascorsi nemmeno due anni dalla morte, avvenuta sul far della sera il  3 ottobre 1226.   Gregorio IX appare anche in una delle scene del ciclo delle storie di san Francesco nella Basilica Superiore di Assisi, più esattamente nella venticinquesima, nella quale Giotto si ispira a un episodio narrato nella Legenda Maior, dove san Bonaventura da Bagnoregio ricorda che san Francesco apparve in sogno proprio a Gregorio IX per fugare i dubbi che il Papa ancora aveva sulla veridicità della piaga nel costato del santo.

Da ricordare anche  una delle numerose visite ad Assisi di Innocenzo IV, quella del 12 agosto 1253, quando il Papa vuole personalmente assistere ai funerali di santa Chiara.  Clemente IV, eletto Papa il 5 febbraio 1265 a Perugia, visita Assisi ancor prima di raggiungere Roma per la solenne cerimonia dell’ incoronazione.  Particolarmente devoto a san Francesco è Martino IV che nel suo testamento lascia scritto di voler essere sepolto proprio ad Assisi, ma  il clero e il popolo di Perugina, dove il Papa muore il 28 marzo del 1295 non rispettano le sue volontà: Martino IV infatti è sepolto nella cattedrale di Perugia.  L’ ultimo Papa a visitare Assisi prima del lungo e volontario “esilio” in Vaticano seguito all’ annessione di Roma al Regno d’ Italia nel settembre del 1870, è Pio IX che il 7 maggio 1857 pernotta al Sacro Convento e la mattina successiva celebra la Messa nella chiesa inferiore, sull’ altare del santo.    

Passano poi 105 anni prima che un altro Papa vada in pellegrinaggio ad Assisi. Accade  il 4 ottobre del 1962 quando, alla vigilia del Concilio Vaticano II, Giovanni XXIII si reca ad Assisi per implorare la protezione del Poverello sui lavori dell’ assise conciliare che si aprirà di lì a pochi giorni, l’ 11 ottobre.  Il resto è cronaca. Giovanni Paolo II visita Assisi la prima volta il 5 novembre 1978, a pochi giorni dalla sua elezione. E nella città umbra torna poi in cinque altre occasioni, le più significative delle quali sono la grande preghiera interreligiosa per la pace il 27 ottobre 1986, replicata  il 24 gennaio 2002 quando papa Wojtyla invita nuovamente i rappresentanti di tutte le religioni a pregare  per la pace, dopo gli attentati dell’ 11 settembre 2001.   

Benedetto XVI visita Assisi in due occasioni: la prima il 17 giugno 2007, la seconda il 27 ottobre 2011, quando papa Ratzinger invita ad Assisi i leader delle religioni per una Giornata di riflessione, dialogo e preghiera per la pace e la giustizia nel mondo con lo slogan "Pellegrini della verità, pellegrini della pace”.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo