Immagine pezzo principale

Cristiani perseguitati in Iraq, il Papa invia il card. Filoni

Il Pontefice, alla luce di quello che sta succedendo, ha deciso di nominare il cardinale Fernando Filoni suo inviato personale in Iraq «per esprimere la Sua vicinanza spirituale alle popolazioni che soffrono e portare loro la solidarietà della Chiesa». Porterà anche aiuti economici a nome del Papa alle popolazioni colpite. A settembre, probabile riunione a Roma di tutti i nunzi dell'area


Pubblicità

Giovedì l’ accorato appello alla comunità internazionale perché faccia qualcosa per i cristiani perseguitati e costretti a fuggire dal Nord dell’ Iraq dopo l’ avanzata delle milizie islamiche dell’ Isil. Ora, papa Francesco ha deciso di nominare il cardinale Fernando Filoni suo inviato personale nel Paese «per esprimere la Sua vicinanza spirituale alle popolazioni che soffrono e portare loro la solidarietà della Chiesa». La decisione, ha spiegato la Sala stampa vaticana, è arrivata «alla luce della grave situazione in Iraq».

Il card. Filoni partirà nei prossimi giorni e dovrebbe raggiungere il Kurdistan iracheno, la regione più “calda”, dove è in atto l'emergenza che riguarda le comunità cristiane in fuga dall'avanzata degli estremisti islamici, anche se la missione è in fase di preparazione.
«È presto per dire quando parte e quale sarà l'itinerario», ha spiegato ai giornalisti il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, «ora la missione si sta preparando. Per il momento c'è la nomina da parte del Papa, per raggiungere le popolazioni colpite e le autorità ed esprimere la vicinanza del Pontefice e la sua attenzione a quanto sta accadendo».

Il card. Filoni, prefetto della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli, l’ ex Propaganda Fide, dal 2001 al 2006 è stato nunzio in Giordania e Iraq ed è stato l'unico rappresentante diplomatico rimasto in Iraq per tutto il tempo della guerra, senza andarsene, «dimostrando un coraggio notevole», ha sottolineato Lombardi. « È una persona qualificata per questa nuova missione, sia per la conoscenza dell'area, sia per la sua autorevolezza».
Si prevede che in questo viaggio porti anche un primo contributo, un aiuto finanziario a nome del Papa alle popolazioni colpite. Lombardi ha definito l'iniziativa «una mobilitazione tempestiva, voluta dal Papa, dinanzi alla grave emergenza in corso». Tutti i nunzi della regione sono stata anche incaricati di far presente l'appello del Papa di ieri sulla situazione in Iraq sia alle autorità politiche e civili sia alle Chiese locali.

Un ulteriore progetto, ma in cantiere per le settimane successive, probabilmente in settembre, ha confermato Lombardi, è quello di riunire a Roma tutti i nunzi dell'area.

Immagine articolo
Il cardinale Filoni, prefetto della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo