Cremona, senti chi scrive

Un originale festival fra letteratura e musica è l'occasione per un weekend nella città.


Pubblicità

Sembra incredibile, ma in Italia c’ è ancora qualcuno capace di inventarsi un festival originale. Guardate Cremona e il suo “Le corde dell’ anima”: oltre a complimentarci per la bellezza del titolo, vogliamo sottolineare appunto l’ originalità dell’ idea, che punta sull’ incontro fra la letteratura e la musica, fra la parola scritta e le note. E così progettare un fine settimana nella bella città degli Stradivari diventa stimolante non solo per la sua bellezza o per i noti piaceri legati alla gastronomia (il torrone su tutto), ma anche per vivere due o tre giorni ricchi di eventi e personaggi.

“Le corde dell’ anima”, che si tiene fra venerdì e domenica 6 giugno (www.lecordellanima.it), prevede una sessantina di incontri con un centinaio di ospiti della scena internazionale, italiana e straniera, tanto del mondo musicale, quanto di quello letterario. Ma attenzione: che non si tratti di un’ idea banale, lo dimostra il fatto che gli appuntamenti sono caratterizzati da un’ inversione di ruoli, per cui gli scrittori parleranno di musica, e i musicisti di letteratura. Qualche esempio. Shel Shapiro incontra Eugenio Finardi fra musica e racconto. Valeria Parrella racconta i tangueros, Cecilia Chailly suona per Mauro Corona, trame gialle con Sandrone Dazieri intervistato da Claudio Bisio e con Luca Crovi e Bjorn Larsson. Frankie Hi Energie insegna come si scrive una canzone, e l’ anchor man Antonio Di Bella si racconta in musica con il frontman dei subsonica Max Casacci e il conduttore di caterpillar Massimo Cirri. L'emergente Silvia Avallone si presenterà...

Ogni festival è anche l’ occasione per il lancio di alcune novità editoriali e discografiche, e Cremona non sfugge alla regola. I Controvento presentano il loro album e la scrittrice spagnola Angeles Caso il suo nuovo libro. Non mancheranno emozionanti concerti con artisti come Fiorella Mannoia, Radiodervish, Solis String Quartet, Cecilia Chailly.

DOVE DORMIRE Hotel Impero, piazza della Pace, 21 -26100 Cremona, quattro stelle, centrale, ha vista sulla Cattedrale e sulla pittoresca piazzetta pedonale su cui si affaccia l’ antico Palazzo Comunale. Dispone di noleggio di biciclette. Offerta speciale per il week-end: due notti in camera doppia, 130 euro per persona, un bambino in camera con i genitori fino a 12 anni, gratis. Telefono 0372/41.30.13. Sito www.hotelimpero.cr.it
Hotel Continental, Piazza della Libertà, 27 - 26100 Cremona. Telefono 0372/43.41.41. www.hotelcontinentalcremona.it, quattro stelle, è un prestigioso albergo, da sempre punto di riferimento dell’ ospitalità cremonese. E' ubicato all’ inizio del centro storico. Il suo ristorante è considerato trai i migliori in città. La camera doppia costa 120 euro al giorno, ma chi si ferma almeno tre giorni e in periodi non fierisitici può avere tariffe agevolate: camera doppia a 110 euro al giorno, tripla a 135 euro al giorno.

GASTRONOMIA CREMONESE Grazie alla fertile campagna circostante, Cremona si è sempre distinta per l’ alta qualità del suo allevamento bovino e suino. Ecco perché la gastronomia è caratterizzata dalla produzione di salumi e formaggi. Tra i salumi ricordiamo il salame Cremona Igp (Identificazione geografica protetta), dall’ impasto morbido e delicatamente profumato all’ aglio, il cotechino vaniglia, così chiamato per il sapore particolarmente dolce, e il salame da pentola, che è poi uno degli ingredienti del gran bollito cremonese. Tra i formaggi si ricordano in particolare il grana padano, il provolone valpadana e il salva cremasco: tutti e tre hanno ricevuto il riconoscimento Dop (Denominazione di origine protetta). Cremona è anche patria del torrone che, secondo la leggenda, nacque a Cremona come dolce nuziale al banchetto di Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza avvenuto in città il 25 ottobre 1441. Questo dolce tipico viene festeggiato ogni anno, il penultimo weekend di novembre, con la rinomata Festa del torrone. L’ associazione Strada del gusto cremonese organizza, fino a ottobre, visite gratuite alle realtà produttive della provincia. Molte aziende oltre alle visite guidate propongono laboratori e attività specifiche per far passare a tutta la famiglia una giornata piacevole. Ma la proposta non termina qui, i ristoranti e le aziende agrituristiche che si occupano di ristorazione propongono per tutto il periodo della manifestazione dei menu a “Corto circuito” che promuovono il rapporto diretto tra produttore e consumatore attraverso la ristorazione. Per le informazioni e per il programma dettagliato è possibile contattare la Strada del gusto cremonese allo 0372/23.233 oppure consultare il sito www.turismo.provincia.cremona.it.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo