Immagine pezzo principale

Bassetti: "Silvia Romano è nostra figlia"

Il presidente della Conferenza episcopale italiana sulla giovane cooperante liberata: "E' una ragazza che ha una grande grinta e questa forza interiore sicuramente l’ ha salvata, una ragazza spinta da fortissimi motivi anche religiosi, ma umanitari e questo l’ ha aiutata a sopravvivere".


Pubblicità

(Nella foto sopra: la diretta in streamig sul sito Umbria24: da sinistra, il conduttore Maurizio Troccoli, il direttore di Umbria 24 Ivano Porfiri e il cardinale Gualtiero Bassetti)

 

 

“Il ritorno di questa ragazza è il ritorno di una giovane che tutti in questo momento sentiamo come nostra figlia”. Così il presidente della Conferenza episcola italiana, il cardinale Gualtiero Bassetti, su Silvia Romano, in un’ intervista in diretta streaming a Umbria24.“Questa – ha detto il presidente dei vescovi italiani – è una ragazza che ha una grande grinta e questa forza interiore sicuramente l’ ha salvata, una ragazza spinta da fortissimi motivi anche religiosi, ma umanitari e questo l’ ha aiutata a sopravvivere. Poi c’ è la serietà della nostra politica estera, perché i nostri servizi segreti, la politica nel senso più nobile, hanno fatto la loro parte".

Secondo Bassetti "il ritorno di questa ragazza è il ritorno di una giovane che tutti in questo momento sentiamo la nostra figlia. C’ è stata un’ accoglienza, una festa da parte di tutti perché è stata una nostra figlia che ha corso pericoli enormi, che ha avuto coraggio e l’ abbiamo potuta abbracciare almeno col cuore perché ora non si può fare con le braccia e con le mani e io che sono un tipo affettuoso patisco tanto”, ha concluso il presidente della Cei.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo