Immagine pezzo principale

Autismo, bambini mai più soli a scuola

Un master dell’ Università Cattolica offre a insegnanti e neolaureati le competenze per l’ inclusione e gli strumenti per gestire la presenza in classe di alunni con disturbo dello spettro autistico. Entro il 3 settembre le candidature


Pubblicità

In questi anni la scuola italiana e le agenzie educative extrascolastiche, hanno saputo includere molti allievi con disabilità. Le esperienze vissute dagli anni Settanta sono state decisive e hanno consentito il raggiungimento di mete personali importanti a tantissimi alunni con deficit. Tuttavia gli allievi con disturbo autistico provocano ancora ansie e timori. Gli insegnanti e gli educatori, quando sanno di avere in classe uno studente con questo disturbo, spesso si allarmano. Le legittime preoccupazioni possono essere superate se si affrontano le difficoltà con competenza e tenendo conto di alcuni pilastri educativi di riferimento: pedagogia e didattica speciale, procedure e strumenti di valutazione della diagnosi, programmi di intervento psicoeducativo.
Tutti aspetti che offre il master universitario di primo livello Didattica e psicopedagogia per alunni con disturbo dello spettro autistico, giunto alla quarta edizione. Diretto dal professore di Pedagogia Speciale all’ Università Cattolica Luigi d’ Alonzo, il corso è promosso dalla facoltà di Scienze della formazione dell’ Università Cattolica in stretta collaborazione con il Centro studi sulla Disabilità e Marginalità (CeDisMa), da sempre attento a questo tipo di problematiche legate al Disturbo Autistico anche grazie al pool di docenti e di professionisti specializzati di cui si avvale.

Il percorso didattico, della durata di un anno pari a 60 crediti formativi, è rivolto a coloro che sono in possesso di titolo di laurea triennale o magistrale/specialistica o di vecchio ordinamento: da docenti delle scuole statali e paritarie a dirigenti scolastici delle scuole statali, da coordinatori didattici delle scuole paritarie a educatori, pedagogisti, psicologi, assistenti sociali, professionisti sul territorio e nel sociale fino a laureati  in discipline pedagogiche, sociologiche, psicologiche o in settori affini all’ educazione a all’ insegnamento.

L’ obiettivo è offrire a figure professionali, già in possesso di una specifica preparazione, le competenze necessarie per la formulazione e la gestione di progetti educativi e didattici volti al potenziamento delle abilità cognitive, emotive e relazionali delle persone con disturbo dello spettro autistico.

Le lezioni del master si terranno da ottobre 2019 e giugno 2020 con formula part-time (frequenza venerdì e sabato); sono ammessi fino ad un massimo di 80 corsisti e la scadenza per la presentazione delle candidature è il 3 settembre 2019.

Per informazioni: master.autismo@unicatt.it
Formula: Part-time (Formula Weekend)

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo