Immagine pezzo principale

Il Papa: amiamo chi non lo merita

Il Papa all'Angelus invita i cristiani a fare come Dio: bisogna ascoltare e amare il prossimo.


Pubblicità

Amare il prossimo anche quando non se lo merita. Benedetto XVI, all’ Angelus recitato in piazza San Pietro, commenta il Vangelo di oggi e spiega che, «come il padre e la madre amano i figli sempre, anche quando sbagliano, così fa Dio con noi».

Anche se, naturalmente, aggiunge il Papa, bisogna far capire loro quando sbagliano.

Da Dio, ha sottolineato Benedetto XVI, impariamo di cosa ha bisogno l’ altro: «di essere ascoltato, di un'attenzione gratuita; in una parola: di amore».

Il Papa ha parlato, affacciandosi dalla finestra, a una folla riunita in piazza nonostante il vento e la pioggia sottile. Si stima che ogni anno giungano in Vaticano, come turisti e pellegrini oltre sei milioni di persone, quasi la metà italiana. Il pellegrinaggio religioso contribuisce notevolmente a risollevare le sorti del turismo nel nostro Paese, in particolare nella capitale.

Ieri, Benedetto XVI ha anche scelto il nuovo Elemosiniere che sostituisce monsignor Félix del Blanco Prieto, dimissionario per limiti d’ età. Si tratta di monsignor Guido Pozzo, finora Segretario della Pontificia Commissione Ecclesia Dei, l’ organismo che si occupa dei rapporti con i lefebvriani.

Immagine articolo
Vista di San Pietro. In copertina, il Papa all'Angelus di oggi (foto reuters)
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo