Agosto triste? Lucerna ti chiama

La bella cittadina svizzera, facilmente raggiungibile dall'Italia, diventa il teatro di uno dei migliori festival di musica classica del mondo. Tante proposte per adulti e bambini.


Pubblicità

Vi aspetta un ferragosto lontani dal mare e dalla montagna? Nessun viaggio in programma da qui a settembre? Se è questa la vostra situazione, vi consigliamo una meta per una vacanza rapida, di pochi giorni, ma di grandi prospettive. A un’ ora dal confine con l’ Italia, Lucerna è una splendida cittadina, che ha saputo coniugare il suo fascino antico con architetture moderne. Fra tutte, le splendide strutture che ospitano il Lucerne Festival (www.lucernefestival.ch), uno degli eventi più attesi in assoluto per chi ama la musica classica.

In programma dal 12 agosto al 18 settembre, la rassegna chiama in quest’ angolo della Svizzera i più grandi direttori, le più grandi orchestre e i più grandi artisti del mondo. Che non si tratti di un’ esagerazione, basta dare un’ occhiata ai nomi che parteciperanno a uno dei tanti concerti in programma. Fra i direttori: Claudio Abbado (direttore del festival), Pierre Boulez, Riccardo Chailly, Gustavo Dudamel, Daniel Harding, Simon Rattle… Fra le orchestre: I Wiener e i Berliner Philharmoniker, la San Francisco Symphony… Fra i solisti: Ninna Stemme, Jonas Kauffmann, Maurizio Pollini… Come “artiste étoile” è stata invitata la pianista francese Hélène Grimaud.

Davvero accattivante il tema che ha ispirato l’ intero programma, l’ eros, che troverà rappresentazione nel Fidelio di Beethoven, in Tristano e Isotta di Wagner, nell’ immancabile Romeo e Giulietta. Insomma, anche per chi non è potuto partire, c’ è di che consolarsi.

INFORMAZIONI PRATICHE. La visita alla città di Lucerna dura circa due ore. Si va nelle piazze del centro storico, tra viuzze antiche, dove luccicano le vetrine dei negozi di orologi e gioielli. Una delle più rinomate, la Bucherer, occupa un intero palazzo. Ma non fatevi intimidire: come in un grande magazzino, tra un fiume di giapponesi e gruppi di giovani, entra chi vuole acquistare un pezzo importante MA anche chi vuole solo portare a casa il souvenir tipico. Infatti, ai gadget è dedicato un intero piano e qui gli oggetti costano meno rispetto ad altri negozi.

I bambini? Portateli al Museo svizzero dei trasporti, che è quasi un parco giochi, ricco di tante cose da fare e sperimentare: l’ emozione del volo chiusi in un simulatore, la gara con i compagni a chi rema più veloce, il trenino in miniatura e il flipper che fa girare la pallina tra le più note attrazioni turistiche della Svizzera.

Appena arrivati a Lucerna conviene acquistare lo Swiss pass, un biglietto valido 4, 8, 15, 22 giorni, che garantisce riduzioni sui treni e libero accesso a musei, mezzi pubblici di trasporto, battelli e autobus. Con la tessera famiglia, i ragazzi fino a 16 anni viaggiano gratis (www.swis stravelsystem.ch). Per dormire a Lucerna o in tutta la Confederazione, si può scegliere un hotel tipico svizzero. Non ce n’ è uno uguale all’ altro, ma tutti sono autentici, come la regione in cui si trovano. Informazioni Svizzera turismo, www.MySwitzerland.com, telefono 0080/01.00.20.030 oppure 02/76.31.77.91.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo