Roberto Herlitzka: «Così ho tradotto Lucrezio»

L'attore torinese, amante della poesia e delle lettere classiche, ha pubblicato un progetto originale e affascinante: il De rerum natura di Lucrezio tradotto usando la lingua dantesca: lo abbiamo incontrato al Salone del Libro di Torino

Pubblicità
{channelLogo}

Roberto Herlitzka, 81 anni, torinese, è tra i più noti e apprezzati attori di teatro e di cinema. Resta memorabile la sua interpretazione di Aldo Moro in “Buongiorno notte” di Marco Bellocchio, una grande prova di attore premiata con il David di Donatello. Uomo colto e sensibile, Herlitzka ha una grande passione per la poesia e la letteratura e nel corso degli anni, cominciando dai tempo del liceo, si è dedicato a tradurre Lucrezio, uno dei grandi della letteratura latina, usando la lingua dantesca. Questa sua originalissima versione del “De rerum natura”, rimasta a lungo in un cassetto, ora viene pubblicata dall’ editore La nave di Teseo  (Roberto Herlitzka, “La natura di Tito Lucrezio Caro”, Libri I-IV. La nave di Teseo, 276 pagine). La natura di Tito Lucrezio Caro. tradotta da Roberto Herlitzka su Sanpaolostore.it I grandi temi del poema di Lucrezio vivono in una lingua immaginifica, ispirata alla tradizione poetica italiana, capace di esprimere con una vitalità dirompente l'ardore drammatico e l'accesa emozione del De rerum natura. "La lingua è la materia prima della poesia"

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo