A Maiorca, il miglior servizio di Nadal

Rafa Nadal, numero uno del tennis mondiale, sceso nel fango - e non solo - per dare una mano alla sua Mallorca ferita dall'alluvione.

Pubblicità
{channelLogo}

Tra i volontari che spalavano fango a Mallorca a un certo punto, mimetizzato in maglietta azzurra e stivaloni di gomma, è comparso un ragazzone, dal volto noto seppure fuori contesto: Rafael Nadal, armato di spazzolone e pala come tutti, pronto a mettere a disposizione la sua prestanza fisica per la sua Mallorca colpita dall'alluvione.  Il numero uno del tennis mondiale si è unito alla gente di Sant Llorenç des Cardassar, per aiutare a ripulire le case e le strade dopo le piogge torrenziali che hanno devastato l'area orientale dell'isola, provocando la morte di una decina di persone e lasciando oltre 200 sfollati. Proprio per loro il campione si è attivato con un gesto molto concreto: «Oggi è un giorno triste a Maiorca. Le mie più sincere condoglianze - ha scritto su twitter - ai familiari delle vittitime e dei feriti a causa della grave inondazione di San Llorenç. Come ho fatto ieri torno a offrire oggi i localii della Nadal Academy - la sua scuola di tennis a Mallorca - per tutti gli sfollati che hanno bisogno di un alloggio». Un'altra foto l'ha ritratto mescolato agli studenti di Manacor durante il minuto di silenzio in ricordo delle vittime questa mattina.     

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo