Lavanda

Pubblicità

Il suo aroma dolce e penetrante concilia il sonno, placa gli stati ansiosi e libera le vie respiratorie.

Nome botanico
Lavanda angustifolia, Lavanda offi cinalis.

Nome comune
Lavanda vera, Spigo. Famiglia Lamiaceae.

Parti usate
Fiori

Descrizione Originaria del bacino del Mediterraneo, la Lavanda è un arbusto perenne legnoso, ramifi cato e dal gradevole aroma, che può raggiungere l’ altezza di un metro. Produce piccoli fi ori azzurri o purpurei raccolti in spighe lunghe 15-20 centimetri. Predilige i terreni sabbiosi e assolati, ma riesce a crescere in un’ ampia gamma di condizioni del suolo. Di Lavanda ne esitono una trentia di specie, ma quella giudicata migliore a scopo medicinale è la angustifolia.

Componenti
Olio essenziale (linalolo, acetato di linalile), tannini, acido ursolico, flavonoidi.

A che cosa serve

L’ olio essenziale estratto dai fi ori ha una composizione chimica complessa. Frizionato sulla pelle, vi penetra rapidamente ed è rintracciabile nel sangue dopo soli cinque minuti. Viene usato contro l’ ansia, anche diff uso nell’ ambiente, e per contrastare l’ insonnia. Svolge un’ azione antimicrobica: protegge le ferite dalle infezioni e ripara i tessuti. In infuso, viene usato come rimedio digestivo, poiché agisce sulla muscolatura liscia del tubo digerente promuovendo la secrezione di bile e facilitando così la digestione dei grassi. La tisana può funzionare per rilassare la muscolatura liscia dell’ utero e alleviare quindi i dolori mestruali o favorire il recupero dopo il parto. È un insettifugo: infatti alcuni costituenti dell’ olio essenziale hanno un eff etto repellente nei confronti degli insetti. È quindi utile per combattere le pulci negli animali domestici o come deterrente dei pidocchi del cuoio capelluto.

Contro le affezioni delle vie respiratorie si possono fare delle inalazioni di vapori da una bacinella di acqua calda a cui si sono aggiunte una o due gocce di olio essenziale di lavanda (occorre tenere il capo coperto da un asciugamano). Lo stesso rimedio, emulsionato con un altro olio (per esempio di mandorle), può essere aggiunto all’ acqua della vasca per un bagno rilassante.



Redazione
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo