Trump: muri, confini forti e più armi, così l'America sarà più sicura

Nel suo primo discorso al Congresso, il presidente americano ha ribadito i capisaldi della sua politica: misure intransigenti contro il terrorismo islamico attraverso la stretta sull'ingresso degli immigrati e costruzione del muro fra Usa e Messico per bloccare il flusso migratorio dal Centroamerica (foto Reuters).

Pubblicità
{channelLogo}

«Non e' compassione ma incoscienza permettere un ingresso incontrollato da luoghi dove non esistono controlli adeguati». Con queste parole, Donald Trump ha annunciato il nuovo bando che limita l'ingresso negli Stati Uniti da alcuni Paesi musulmani. Il bando, il realtà, è stato poi rinviato. Ma la seconda versione dovrebbe essere un po' meno drastica rispetto alla prima, lasciando la libertà di entrare nel Paese a colore che hanno la residenza permanente e regolari visti già in vigore. Inoltre, dalla lista dei sette Paesi islamici banditi dovrebbe essere tolto l'Iraq. Ha annunciato un aumento della spesa per le risorse della difesa. E ha ribadito la costruzione del muro con il Messico, per respingere i migranti che arrivano dal Centroamerica. Fra gli altri temi affrontati, l'annuncio di una riforma delle tasse e di una nuova riforma sanitarie per seppellirrà la "Obamacare". 

Loading

Pubblicità