L'alba di un nuovo Oriente, il Myanmar alla vigilia della visita del Papa

Pubblicità
{channelLogo}

Staccatosi dal Regno Unito e resosi indipendente nel 1948, il Myanmar (l'ex Birmani) conta oggi oltre 52 milioni di abitanti. L'85% della sua popolazione è buddista. Il Paese conta 135 differenti etnie e 12 regioni interne con confitti mai risolti o inaspriti, come quello che vivono i Rohingya, musulmani. Papa Francesco lo visita dal 27 al 30 novembre. Il 4 maggio scorso Jorge Mario Bergoglio aveva incontrato, in visita privata in Vaticano, il premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi, oggi consigliere di Stato e ministro degli Esteri del Myanmar. A seguire l’ annuncio della decisione presa di “comune accordo di stabilire relazioni diplomatiche tra la Santa Sede e la Repubblica dell’ Unione di Myanmar".   In un reportage dalla capitale, Yangon, l'inviata dell'agenzia di stampa Sir fa il punto sulla situazione dell'ex Birmania, raccontandone opportunità e problemi, attese e timori, in primo luogo la lenta transizione democratica.   Queste fotografie, invece, scattate da reporter delle agenzie di stampa Reuters, Ansa e Istock, raccontano la vita quotidiana in Myanmar nonché la preparazione del viaggio del Papa, compresa una veglia interreligiosa della pace svoltasi nello scorso mese di ottobre.    

Loading

Pubblicità