Il caso della settimana
Associazione Don Giuseppe Zilli

Cristina (come per ogni “caso” il nome è convenzionale), 39 anni e un figlio di 12 anni

Pubblicità

CRISTINA (come per ogni “caso” il nome è convenzionale), 39 anni e un figlio di 12 anni, è tragicamente provata da un lutto lacerante: la perdita del primogenito di 17 anni massacrato a colpi in testa dal patrigno. Ora il marito è in carcere. Cristina l’ ha abbandonato, ma è soffocata dai debiti cui non è assolutamente in grado di far fronte. Fisicamente e moralmente logorati, lei e il figlio rimasto sono seguiti presso il Dipartimento di salute mentale con colloqui di sostegno e terapia farmacologica. Inoltre, per recuperare un minimo di vita normale, sono stati costretti ad abbandonare tutto, compresa la casa, ricominciando da zero. Adesso Cristina lavora in un’ impresa di pulizie, ma i proventi sono minimi. La situazione in cui si trovano madre e figlio ha spinto il parroco a chiedere per loro la nostra solidarietà.



Loading

Pubblicità