Don Antonio risponde
Don Antonio Rizzolo

Non capisco gli spot del Festival di Sanremo

Pubblicità

Ho il televisore acceso tutto il giorno, per compagnia, solitamente sui canali Rai. In questi ultimi giorni di “grande attesa” della kermesse canora di Sanremo, non riesco a comprendere il significato della pubblicità di Claudio Baglioni & co. con rotoloni dalla scalinata, maniche bruciate, ecc. Se i precedenti spot avevano un certo significato (richiesta di indicazioni per la città ligure), per questi mi servirebbe una spiegazione. Non concepisco, inoltre, che famosi cantanti vengano invitati a proporre loro canzoni oscurando quelli che si contendono un posto tra i primi. Non è che poi seguirò più di tanto le serate! Altro punto dolente i cachet di presentatori, spalle, ospiti, ecc.

G.M. (VECCHIA ABBONATA)

Carissima, io non guardo quasi mai la Tv, ma sono andato a cercare gli spot di cui parli e mi sembra che siano dei video ironici, in cui i presentatori prendono simpaticamente in giro sé stessi. Magari sperando che non capitino in diretta gli stessi incidenti: cadere dalla scalinata, bruciarsi il vestito, e così via. Quanto al compenso dei diversi protagonisti, anche a me sembra sempre eccessivo, ma probabilmente dà la possibilità di un ampio ritorno economico per la Rai. È la legge del mercato. E alla fine siamo noi a decidere il successo di una manifestazione, seguendo le serate in Tv, comprando le musiche ecc. Il festival di Sanremo è ormai un appuntamento irrinunciabile per tante persone. Per questo anche noi lo abbiamo seguito fin dalla settimana scorsa, dando un voto alle canzoni. E così faremo anche in questo numero e nel prossimo. Speriamo che lo spettacolo sia all’ altezza delle attese e possa perlomeno offrire qualche momento di serena distensione.



Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo