Il caso della settimana
Associazione Don Giuseppe Zilli

Massimo, 34 anni, sposato e padre di due bambine di 9 e 11 anni

Pubblicità

MASSIMO, 34 anni, sposato e padre di due bambine di 9 e 11 anni. Non senza sacrifici, per mantenere la famiglia ha sempre lavorato come operaio in un’ azienda agricola, fino a quando da un esame istologico gli è stata scoperta la malattia che lo consumava: tumore maligno della parete toracica. Sottoposto d’ urgenza a un delicato intervento in un centro molto distante dalla regione di appartenenza, è rimasto a lungo nella medesima struttura per i cicli di radio e chemioterapia. Terminata la degenza, sempre assistito dalla moglie, Massimo è ora a casa, ma necessita di ripetuti controlli con i relativi spostamenti. La situazione impedisce alla donna di dedicarsi a un qualsiasi lavoro e la famiglia, strozzata dai debiti, tira avanti a stento solo con la modesta pensione d’ invalidità da poco assegnata a Massimo.



Loading

Pubblicità