Le regole del gioco
Elisa Chiari

Fuori dal mondo

Pubblicità

Di solito, ma raramente, succede in caso di palla dubbia: capita che lo svantaggiato ammetta che l’ avversario aveva ragione, che la palla era buona, che il punto è dell’ avversario. I più fanno gli gnorri e sperano di incassarlo, se poi va male amen, avevano visto male. I meno attrezzati in fatto di sportività fanno il diavolo a quattro per accaparrarsi il punto, pur sapendo di avere torto marcio. Era la specialità dei Connors e dei McEnroe, campioni e maledetti, amati anche per quello. In anni recenti, da quando la tecnologia smaschera i cinici e i bari, ci si impunta di meno: in caso di dubbio – dubbio vero a proprio favore – si chiede la verifica tecnologica e la controversia cade lì.

Quello che invece non accade mai è che si chiami l’ arbitro per segnalare di aver ricevuto un punto a favore per sbaglio: un punto contestato da nessuno, di cui nessuno si sarebbe accorto.  E’ accaduto ieri notte a Perth in Australia. Jack Sock giocava contro Leyton Hewitt: quando Hewitt ha battuto e sul 5-4 0-30 per Hewitt del 1° set, un punto importante, in grado di cambiare la direzione alla partita, l’ arbitro gli ha chiamato fuori la prima palla di servizio e Sock tra gli sguardi increduli di tutti, arbitro e avversario per primi, ha alzato un ditino per dire: “No, era buona”.

Hewitt a quel punto era già pronto a battere la seconda palla: era una prima di servizio, Hewitt non avrebbe perso il punto, a meno che non avesse sbagliato la seconda. Ma Sock ha insistito. Solo allora Hewitt ha chiesto il “challenge”, il controllo elettronico e l’ occhio tecnologico ha confermato che Sock aveva visto bene: la palla era buona. Ace. Punto per Hewitt. A quel punto il pubblico che prima rideva ha cominciato ad applaudire a un gesto di sportività che fin lì era sembrato paradossale, incredibile: fuori dal mondo. Una cosa piccolissima, un punto al tennis in una partita che conta relativamente poco, che però, per  converso, la dice lunga su com’ è di solito il mondo nelle cose più grandi: non così, diverso. Diverso da Sock.



Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo