Il caso della settimana
Associazione Don Giuseppe Zilli

Biagio, 67 anni, neopensionato al minimo

Pubblicità

BIAGIO, 67 ANNI, neopensionato al minimo, si trascina in condizioni di estrema indigenza da che è rimasto l’ unico riferimento per i suoi cari. La moglie, che soffre di continue cadute depressive, si è di molto aggravata, mentre all’ unico figlio trentaquattrenne è stata diagnosticata la sclerosi multipla. Il ragazzo ha già dovuto abbandonare gli studi ed è molto difficile per lui trovare un’ occupazione che si adatti alle sue condizioni fisiche. Biagio, meccanico di professione, per stare il più possibile accanto alla moglie e al figlio ha dovuto trascurare spesso il lavoro indebitandosi, suo malgrado. Ora, benché forte e pieno di fede, l’ uomo non vede alcuna via d’ uscita dalla sua grave situazione debitoria, e spera nell’ intervento di un provvidenziale aiuto esterno per non crollare.



Loading

Pubblicità