Immagine pezzo principale

Virginia Raffaele in Facciamo che io ero: tutti i segreti della trasmissione su Rai 2 della comica-imitatrice

Stasera esordisce il suo spettacolo, in diretta da Cinecittà, con tanti ospiti di prestigio e tanti "bersagli" della sua satira.


Pubblicità

FACCIAMO CHE IO ERO: IL PRIMO ONE WOMAN SHOW DI VIRGINIA RAFFAELE

Il volto e le maschere di Virginia Raffaele: dopo aver registrato sold out nei teatri di tutta Italia con il suo spettacolo, e dopo le sue dirompenti partecipazioni al Festival di Sanremo, Virginia Raffaele torna in televisione con il programma evento Facciamo che io ero… il suo primo One Woman Show in onda per quattro puntate, da giovedì 18 maggio in prima serata su Rai2.

Facciamo che io ero è forse l’ espressione che meglio rappresenta la poliedricità e la storia di Virginia Raffaele. E’ lo stratagemma perfetto attraverso il quale prendono vita le sue maschere ed è anche l’ espressione che ci riporta al mondo dei bambini e delle loro storie fantastiche, in cui tutto è possibile.

Il programma, in onda dal teatro 15 di Cinecittà, è un varietà contemporaneo sull’ identità, sulla possibilità di giocare ad essere chiunque, perfino se stessi. Virginia Raffaele, istrionica attrice dalle numerose personalità, si spoglierà dei trucchi speciali e, tra una maschera e l’ altra, apparirà con il proprio volto, rapportandosi con il pubblico in studio e con gli ospiti tramite interviste, duetti musicali, sketch di improvvisazione e monologhi.

In una scenografia che ricorda le atmosfere della compagnia di giro, Virginia Raffaele sarà circondata da amici sempre diversi appartenenti al mondo della musica, della cultura e del cinema che si sottoporranno al gioco del “facciamo che io ero…”, in cui si chiederà agli ospiti di essere, per una sola e prima, unica volta nella vita, qualcosa che non sono mai stati.

Facciamo che io ero si avvarrà anche della presenza di un corpo di ballo coreografato da Laccio e della band diretta dal Maestro Teo Ciavarella. 

VIRGINIA RAFFAELE NEI PANNI DI MELANIA TRUMP

«Sono molto dispiaciuta per questo fatto increscioso, intendo dire per la terza guerra mondiale. Ho provato così tanto a parlare con mio marito Donald, ma era molto occupato con il parrucchiere. Non c'è nessuna terza guerra mondiale oggi, ma domani. Enjoy the show!». Abito carta da zucchero, seduta sulla poltroncina dello Studio Ovale della Casa Bianca, Virginia Raffaele apparirà nei panni di Melania Trump nel corso delle prossime puntate di Facciamo che io ero, il primo one woman show della camaleontica attrice, in onda da giovedì 18 maggio alle 21.20 su Rai2.

«Non faccio satira politica - ha sottolineato Virginia Raffaele alla conferenza stampa di presentazione del programma -. Io faccio satira di costume e guarda caso, a volte, le due cose coincidono».

TUTTI GLI OSPITI DELLA PRIMA PUNTATA

Ospiti della prima puntata di Facciamo che io ero Francesco Gabbani, vincitore del Festival di Sanremo e reduce dal premio della Sala Stampa dell'Eurofestival, Malika Ayane, una delle prime «vittime» di Virginia Raffaele, e una grande attrice italiana, che si esibirà in un'intensa lettura. Alla prima puntata ha voluto contribuire anche l'amico Roberto Bolle, con un cameo che lo vede protagonista di un celebre passo a due con Virginia Raffaele. Tra gli ospiti della prima puntata anche il duo comico Lillo e Greg, amici con i quali Virginia Raffaele ha esordito a Radio2 nel 2006, e Lino Guanciale, protagonista della serie «La porta rossa».

Loading

Pubblicità