Immagine pezzo principale

Villaggio per la terra, 25 aprile dedicato all' "ecologia dell'incontro": bici e calcio

Il 25 aprile una giornata dedicata alla mobilità sostenibile e al gioco più bello del mondo come mezzo di integrazione fra i popoli, che supera ogni barriera e pregiudizio.


Pubblicità

Al Villaggio della terra allestito al Galoppatoio di Villa Borghese, nel cuore verde della Capitale, il 25 aprile è una giornata dedicata alla mobilità sostenibile, ovvero ai mezzi di trasporto che tutelano l’ ambiente: da quelli elettrici ai pubblici, fino al carsharing ma soprattutto alla bicicletta. Ai fan delle due ruote ecologiche sarà dedicato un grande raduno pomeridiano in cui confluiranno le tante realtà del Bike che stanno colonizzando la Città di Roma e l’ intero Paese. Previsto anche l’ arrivo della “biciclettata della Liberazione”, che parte da Porta San Paolo e che tocca i diversi luoghi della Resistenza romana.  A seguire, in diretta dal Villaggio una puntata speciale del programma Caterpillar di Radio 2 per promuovere “Bike the Nobel”, la campagna per la candidatura della bicicletta al premio Nobel per la pace.

Sempre lunedì 25 aprile, alle ore 15 è in programma una partita di calcio a 5 fra i Liberi Nantes Football Club e gli studenti dell’ università Luiss.
Il match mette a confronto una rappresentativa della Liberi Nantes, la squadra di calcio interamente formata da richiedenti asilo, rifugiati politici, apolidi che si allena presso il campo di calcio della Stella Rossa (quartiere di Pietralata, Roma), e una selezione di studenti di uno dei più prestigiosi atenei italiani ed europei. La Liberi Nantes partecipa ogni anno ai campionati regionali piazzandosi, al termine della stagione, sempre in ottime posizioni pur restando in classifica a punteggio 0: per una norma, infatti, la Liberi Nantes viene iscritta solo a titolo non ufficiale poiché nei campionati nazionali possono tesserarsi solo cittadini italiani.

Quindi la partita, dall’ alto valore simbolico, celebra la volontà di giovani, italiani e non, di vivere fianco a fianco nella speranza di godere degli stessi diritti. Infatti, come recita lo slogan della campagna di diffusione dei valori di rispetto dell’ ambiente, integrazione e solidarietà, “Il calcio unisce il mondo (il mondo, però, non prendiamolo a calci)”. L’ iniziativa di sensibilizzazione è stata lanciata in occasione della 46a edizione della Giornata mondiale della terra da Earth Day Italia e Lega della serie B. La campagna è abbinata al contest calcistico in programma al Villaggio per la terra, nel quale viene offerto a partecipanti dagli 8 ai 17 anni e a migliaia di partecipanti al Giubileo dei ragazzi di mettere alla prova le proprie abilità calcistiche per vincere un’ esperienza con una squadra professionistica della Lega B.

A vincere è previsto che siano tanto ragazzi che vengono dalle scuole calcio quanto ragazzi che le scuole calcio non possono permettersele, ai quali Earth Day Italia regalerà uno stage di un anno di preparazione professionale con una squadra professionistica della Lega B. La chiusura delle celebrazioni della 46a edizione della Giornata mondiale della terra - scelta del segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon per convocare al Palazzo di Vetro di New York tutti i leader mondiali e ratificare lo storico accordo sul Clima di Parigi – vede, sempre lunedì 25 aprile, la partecipazione del Ministro per l’ ambiente Gian Luca Galletti di ritorno da New York per il varo dell’ intesa sul clima.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo