Immagine pezzo principale

Vacanze senza barriere, le proposte della Uildm

Da Mazara del Vallo in Sicilia a Bormio in Valtellina, l'Unione italiana lotta alla distrofia muscolare organizza campi estivi per i propri soci e le persone con disabilità, in strutture attrezzate per accogliere clienti con mobilità ridotta.


Pubblicità

(Foto sopra: il lago d'Orta)

La vacanza e il tempo libero sono diritti da garantire a tutti, nessuno escluso, nemmeno le persone con disabilità. Così, soprattutto durante l'estate, è fondamentale assicurare l'opportunità di un periodo di relax e di svago a chi ha problemi di salute e di mobilità. A sottolinearlo è Marco Rosconi, presidente nazionale dell'Unione italiana lotta alla distrofia muscolare (Uildm), che guà dagli anni Settanta si impegna per garantire soggiorni estivi ai propri soci come occasioni importanti «per sperimentare l'indipendenza, lontano dal contesto familiare, per fare amicizia, migliorare la qualità della propria vita».

L'associazione, presente in Italia con 66 sezioni locali, circa tremila volontari distruibuiti in 16 regioni, organizza campi vacanze per i propri soci e per le persone disabili in varie località del Paese. In Sicilia, a Mazara del Vallo, torna "Mare senza barriere": la spiaggia attrezzata per le persone con disabilità e mobilità ridotta (con pedale antiscivolo, ombrelloni, cabine docce accessibili e adeguate...) si trova al Monnalisa beach, località Tre Fontane, a pochi chilometri dal Parco archeologico più grande d'Europa, quello di Selinunte-Cave di Cusa.  

In Campania è partito il progetto "Vai al mare con Uildm": alcune spiagge  delle isole di Ischia e Procida e del litorale campano sono state dotate di sedue Job che permettono alle persone disabili di fare il bagno in mare in modo sicuro e tranquillo. A Platamona, località balneare a 10 km da Sassari, dal 2005 esiste la Casa vacanze per disabili, completamente libera di barriere architettoniche. Altre strutture vacanziere accessbili sono sul lago d'Orta (una struttura scolastica che piò ospitare una quindicina di persone con i loro accompagnatori), e poi a Santa Margherita Ligure (Genova), Marina di Pietrasanta, sulla riviera della Versilia (Lucca), Venturina Terme (Livorno), Grottammare (Ascoli Piceno), Marina di Bibbona (Livorno), Bormio in Valtellina (Sondrio).

La Uildm è nata nel 1961 con l'obiettivo di promuovere l'inclusione sociale delle persone con disabilità, sostenere la ricerca scientifica e l'informazione sulle distrofie e sulle altre malattie neuromuscolari. Conta su una presenza capillare sul territorio e su 10mila soci, che sono punto di riferimento per circa 30mila persone. Per informazioni sulle vacanze accessibili, email: direzionenazionale@uildm.it.

 

 

Loading

Pubblicità