Immagine pezzo principale

Africa, come aiutare il Sahel

La carestia sta arrivando anche in Sahel. Sono a rischio-fame 10 milioni di persone, di cui un milione di bambini. I lettori ci chiedono indicazioni per dare un contributo. Eccole.


Pubblicità

Sahel, come aiutare? Alcuni lettori, dopo aver letto l’ articolo di FamigliaCristiana.it del 1° febbraio, ci stanno scrivendo per sapere come poter dare un sostegno alle popolazioni della regione che a breve si troveranno nel pieno di una nuova tremenda emergenza umanitaria dovuta alla carestia.

     Ci sono diverse realtà – agenzie Onu, missionari e organizzazioni non governative italiane (Ong) – che già operano nelle regioni e nei Paesi colpiti dalla siccità, ossia in Ciad, Mauritania, Niger, Burkina Faso e Mali.

     Ne indichiamo alcune, fra quelle che Famiglia Cristiana ha avuto modo di conoscere “sul campo” e che lavorano con grande serietà e impegno.

     INTERSOS – È l’ Ong che per prima ha lanciato l’ allarme. Ha sede a Roma e sta operando in Ciad e Mauritania proprio nell’ assistenza alla popolazione per combattere la malnutrizione e la crisi alimentare.

     Il sito internet, per saperne di più, è www.intersos.org.
     Per contribuire:
     -   Bonifico Bancario presso la Banca Popolare Etica
         Iban: IT 07 U 05018 03200 000000 555000
     -   Conto corrente postale n. 87702007 intestato a Intersos, via Aniene 26/A, Roma
     -   Oppure con carta di credito direttamente dal sito.

CESVI – È una Ong di Bergamo. Opera nella regione di Koulikoro, in Mali, per garantire la sicurezza alimentare delle comunità di Sanankoroba e Dialakoroba attraverso il potenziamento della produzione di riso e la lotta alla desertificazione. Inoltre gestisce un progetto per il rafforzamento delle associazioni di orticoltori con training mirati e distribuzione di sementi e attrezzi agricoli al confine con Niger e Burkina Faso.

     Il sito internet è www.cesvi.org.
     Per contribuire:
     -  dal sito, con carta di credito e col sistema PayPal
     -  al telefono chiamando il numero verde 800 036 036
     -  sul conto corrente postale n. 772244, intestato a Cesvi Onlus
     -  con bonifico bancario presso UBI-Banca Popolare di Bergamo
        Iban IT 14 T054 2811 1010 0000 0001 000.

LVIA – È una Ong di Cuneo. Sta portando avanti progetti di sviluppo agricolo e di allevamento in Mauritania, nelle regioni dell’ Adrar e dell’ Inchiri. Il progetto si propone di accompagnare il Programma di lotta contro la povertà e l’ insicurezza alimentare finanziato dalla Cooperazione Italiana e dal Commissariato alla sicurezza alimentare della Mauritania.

     Il sito internet è: www.lvia.it
     Per contribuire:
     -  bonifico bancario sul conto corrente presso Banca Etica
        Iban IT 49 L 050180 10000 00000 106428
     -  conto corrente postale n. 14 343 123,
        intestato a “LVIA – Associazione internazionale volontari laici”,
        corso IV novembre 28, 12100 Cuneo
     -  oppure attraverso una donazione on line.

FRATEL VINCENZO LUISEÈ missionario da molti anni in Burkina Faso. Opera a favore dei più poveri ed emarginati della periferia della capitale, Ouagadougou, dove assiste oltre un migliaio di persone.

     Per sostenere il suo lavoro missionario si può inviare un vaglia postale internazionale direttamente a lui.

     L'indirizzo: Fr. VINCENT LUISE - Centre d'Accueil Notre Dame De Fatima
     01 BP 216 OUAGADOUGOU 01 - BURKINA FASO.
     Telefono 00226 - 788.257.03.

UNICEF – L’ agenzia delle Nazioni Unite per l’ Infanzia ha in programma per il 2012 un forte intervento nelle regioni del Sahel con aiuti alimentari (in particolare attraverso integratori alimentari per combattere la malnutrizione dei bambini) e campagne massicce di vaccinazione.

     Per contribuire:
     -  conto corrente postale n. 745.000
     -  bonifico bancario sul conto corrente, Iban IT 55 O 050 1803 2000 0000 0505 010
     -  chiamando il numero verde 800 745 000
     -  oppure direttamente on line sul sito www.unicef.it.

     Nelle donazioni postali e bancarie indicare sempre la causale "Emergenza carestia Sahel".

Immagine articolo
Un'equipe di Intersos durante una missione in Ciad (Foto Intersos)
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo